Ven. Set 20th, 2019

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Quello che non… vorresti accadesse “mai” prima, durante, dopo un viaggio

3 min read
Con questo post, vorremmo inaugurarne -si spera- una serie per raccontarvi quanto c’è sin ora accaduto prima, durante e dopo un viaggio. L’obiettivo è quello di potervi aiutare a prevenire eventuali “imprevisti”. Perché, si sa, prevenire è sempre meglio che curare 🙂
Che ne dite, ci proviamo?
Va bene, che inizino le danze di quello che non...

Quello che non… vorresti accadesse mai dopo aver acquistato il tuo volo

In questo mondo virtuale, globale, di viaggi fai da te, è sempre più comune -diremmo prassi- andare a caccia -diciamo così- del volo della vita e soprattutto del volo al prezzo più basso.
Che sia una “error fare”, una promozione lancio di una nuova tratta, una svendita stagionale, una offerta della più blasonata low cost? Poco importa, è fondamentale assicurarsi quel dannato biglietto al prezzo più basso ed a seguire hotel, resort, trasporti per poter poi finalmente dire soddisfatto ad amici e parenti: c’è l’ho fatta: vado da Budapest a Gran Canaria con una cifra incredibile, una settimana -tutto compreso- a persona solo 499,99 euro e sai quei 9.99€ si riferiscono al volo.Incredibile ma vero.

Si, tutto vero e confermato. Già, in e-mail abbiamo ricevuto tutte le ricevute dei biglietti, la conferma dell’hotel booking e del nostro transfert di terra.
Ora basterebbe aspettare, sereni, il tempo che ci divide dalla tanto “attesa” partenza. 


Ah… manca ancora qualche piccolo dettaglio… per assicurarci le tariffe magiche, più o meno consapevolmente siamo scesi -diciamo così- “a patti” con la compagnia aerea, il sito di prenotazioni alberghiere e magari di autonoleggio.
Cosa intendiamo dire? Le tariffe che abbiamo acquistato sono tutte prepagate, non modificabili e, tanto meno,  non rimborsabili. Nemmeno la migliore delle assicurazioni di viaggio, fatto salvo uno degli “improbabili” casi previsti in cui si attiverebbe, potrebbe far qualcosa nel caso si verifichi un problema.

Volando in avvicinamento – foto aggynomadi.com

Eccolo li, nascosto ma pronto, un problema potrebbe essere in agguato. Indipendente dalla tua volontà, dalla volontà del viaggiatore “Millenial” … sempre quel viaggiatore del faccio tutto io al minor costo.

Dicevamo che qualcosa di inaspettato potrebbe materializzarsi, metafisica? 
No una banale posta elettronica 🙂
Arriva l’e-mail magica quella che come direbbe l’amato Rino, e per Rino intendo Piccione, ti fa tremare le vene dei polsi.
Eccola lì, purtroppo vediamo già l’intestazione sul nostro client di posta. Ed anche se abbiamo scelto di non scaricare l’intero messaggio è lì pronta sul server, nascosta dietro un banale semplice clic. Sapete qual’è l’oggetto?

Notifica di un cambiamento significativo di orario del volo / Data di viaggio

Ed è quel significativo che fa la differenza 🙂
E mo? che famo? La aprimo 🙂
La tensione sale… ma tant’è questa “bustaccia” elettronica va aperta.
Facciamo Clic e ci si presenta, più o meno così, in tutto il suo splendore, cordiale ed a tratti informale:

Gentile Cliente,
La avvisiamo che vi è stato un cambiamento di orario di partenza per la prenotazione (vedi di seguito dettagli nuovo volo). La prego di avvisare eventuali passeggeri che viaggiano con lei del cambiamento del vostro itinerario.<
Vi prego di controllare il vostro itinerario.
Importante, la carta d’imbarco originale non può essere utilizzato sul vostro volo alternativo. La preghiamo di controllare di nuovo e stampare le nuove carte d’imbarco.
CLICCARE QUI PER ACCETTARE I CAMBIAMENTI ONLINE:
RIMBORSO
Il cambio del suo volo e’ superiore alle due ore e può richiederne la cancellazione ed il rimborso cliccando sul seguente link ed inserire i dati richiesti
I rimborsi vanno richiesti prima della data di partenza del volo.
Si prega di notare che a causa di questo cambiamento di programma la compagnia non è responsabile per eventuali spese direte o indirette prepagate non relative alla sua prenotazione.
In alternativa, se desidera contattare la Compagnia a proposito del cambiamento dell’orario del volo, clicchi qui per la lista dei numeri telefonici da contattare O cliccando qui per chattare con uno dei nostri agenti (soggetto a orari di apertura).
Ci scusiamo per eventuali inconvenienti causati dal cambiamento di orario del suo volo.
I vostri nuovi dettagli del volo sono i seguenti
ANDATA From Budapest (BUD) to Gran Canaria(LPA) 
mar 18giu2018 Flight xxxx Depart BUD at 1725 and arrive LPA at 2150 
RITORNO From Gran Canaria (LPA) to Budapest(BUD) 
mar 25giu2018 Flight xxxx Depart LPA at 1100 and arrive BUD at 1700 
L’avete letta tutta d’un fiato?!, forse troppo veloce (dite al vostro inconscio) e la rileggete due, tre, quattro volte con attenzione.
Alla fine, anche se non siete nati in terra di Trinacria, l’esclamazione Sicula scatta spontanea: MINCHIA..!
Durante quel MINCHIA, 4 consonanti perse in 3 vocali, nella vostra mente passa di tutto, ma credeteci davvero di tutto. Ed anche se ti è già accaduto più volte e se sei un viaggiatore incallito ti passa e ti ripassa per la mente: tutto, davvero tutto ed il contrario del tutto.
Per farla breve, cerchi di riprenderti, di mantenere la calma… fai mente locale e focalizzi il “problema”: mi hanno significativamente spostato la partenza di soli 2 giorni, mi propongono di accettare il cambiamento o richiedere il rimborso, ma per contro -vi ricordo- che abbiamo (direttamente o indirettamente che sia) altri due acquisti “non rimborsabili” l’albergo e il trasporto a terra. E magari anche qualche escursione o attività ludico/sportivo/culturale già pagata.

L’attesa di un volo – foto aggynomadi.com

E ora che si fa?

Posto che vorremmo portare a casa il nostro viaggio e farlo -possibilmente- senza aggiungere un solo fottutissimo euro, dovremo cercare di continuare a mantenere calma ed avere il sangue freddo,  più freddo possibile, e ragionare, perché una via d’uscita probabilmente ancora c’è e le opzioni sono davvero molteplici ma sempre dai due capisaldi bisogna partire.
A cosa ci riferiamo?
In questo caso, al bivio che la compagnia aerea ci ha posto:
1- Rimborso
2- Accetto la modifica
A voi la scelta: rien va plus les jeux sont faits..!
Scelta uno o scelta due? Carta vince o Carta perde?
Continuate a leggere e cerchiamo di capire insieme cosa si può fare?

1- Rimborso

Se decidiamo di optare per ricevere il rimborso da parte della Compagnia Aerea, prima di richiederlo dovremo cercare un altro volo per raggiungere nelle  date della volo “originale” la nostra destinazione di vacanza. In questo caso Las Palmas di Gran Canaria.
Bisognerà iniziare a cercare, senza tralasciare nulla, scandagliando ogni motore di ricerca di voli e rastrellare come un segugio tutti i siti delle compagnie che partono dal nostro aeroporto ed hanno un volo “diretto” ad un prezzo che sia possibilmente uguale o minore.
Se lo troviamo siamo stati super fortunati.
Se lo troviamo ad un prezzo lievemente maggiore da quanto ci è stato rimborsato siamo stati fortunati. Abbiamo “limitato i danni”.
Se lo troviamo ad un prezzo assai maggiore, allora è la sfiga più assoluta. Non lo acquistiamo e continueremo a cercare, ma stavolta tutte le opzioni con 1 o più scali intermedi, con una durata di volo e prezzo che siano accettabili.
Se pure quest’ultima opzione non si realizza, l’opzione 1 “Rimborso” non è perseguibile e non ci resta che pensare seriamente di “accettare la modifica”.

2- Accetto la modifica

A “Chi vuol essere milionario” direste: la 2, accetto la modifica e la accendiamo.
E accendiamola questa opzione, per bacco..!
Dunque optiamo per partire 2 giorni dopo, così come la compagnia aerea ci ha forzatamente proposto e spostiamo il dominio del problema verso la prenotazione alberghiera, senza dimenticarci che quest’ultima non è né modificabile né cancellabile.
 
Ma se non si può modificare ne cancellare come potremmo agire?
Una opzione potrebbe essere nel lasciarla inalterata, informare la struttura di un check-in posticipato di 2 giorni e facendo leva sul significativo cambio da parte della compagnia spuntare una buona tariffa per gli ulteriori 2 giorni da aggiungere.
 
In effetti, dicevamo prima, è proprio il significativo che fa la differenza e potrebbe esserci addirittura “amico”. In casi del genere, soprattutto se abbiamo prenotato dal canale diretto di una grande catena alberghiera (e non tramite una OTA-On Line Travel Agency), per quanto la tariffa sia non modificabile e non cancellabile, contattando il servizio clienti dell’albergo, presentando la famosa “e-mail” di cui sopra, quella del MINCHIA :-), potremmo riuscire ad ottenere la modifica a “costo zero” … in questo caso siamo dei “campioni”. E se l’albergatore non sarà così clemente potrebbe chiedere solo un piccolo sovra-prezzo.
In ultimo, se avete prenotato attraverso una delle tante OTA presenti sul web, provate a contattare direttamente l’hotel e cercate in ogni modo e con ogni mezzo di fargli digerire la questione. Salvo disponibilità delle camere vi verranno sicuramente in contro..!

I nostri consigli

Più che i nostri, diremmo il nostro. Soprattutto se siete cardiopatici :-); ansiosi, in difficoltà economiche ed affini… allora non comprate mai tariffe del genere… piuttosto assicuratevi di acquistare solo tariffe al 100% modificabili e cancellabili addirittura fino alle 20:00 del giorno prima della partenza. Così facendo avrete risolto tutti i vostri “problemi” qualora si dovessero verificare. Diversamente, vi consigliamo di leggere e rileggere più volte questo post per essere almeno “consapevoli”.
Noi lo siamo 🙂
Tramonto – La Gomera – foto aggynomadi.com

Se siete arrivati fin qui, vuol dire che ci seguite davvero. Ed insieme possiamo dire che il primo Quel che non… l’abbiamo portato a termine.

Buon Viaggio ed al prossimo..!

fonte: aggynomadi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *