Lun. Ott 21st, 2019

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

IL Giro di Lombardia nel ricordo di Felice Gimondi

2 min read
La classica monumento che chiude la stagione ciclistica sarà dedicata al grande campione recentemente scomparso, Felice Gimondi.

Giro di Lombardia 1966 GIMONDI

Il Lombardia 2019 NamedSport, vinto due volte da Felice Gimondi nel 1966 e nel 1973, renderà omaggio al grande campione di Sedrina sabato 12 ottobre sul percorso che partirà da Bergamo e terminerà sul lungolago di Como. Il vincitore riceverà una maglia celebrativa per commemorare questa speciale edizione (la numero 113).

Il percorso

Da Bergamo in direzione sud, il percorso attraversa la pianura bergamasca nei suoi primi 40 km per salire la Valle del Cavallina fino a Casazza dove si affronta il Colle Gallo – la prima salita della gara – seguito da una rapida discesa tornando dalla valle della Seriana a Bergamo, poi il percorso rientra nelle strade di pianura che portano alla Brianza. C’è un breve passaggio per Colle Brianza e una discesa a Pescate in direzione di Valmadrera e poi verso Oggiono e, infine, attraverso Pusiano, Asso e giù per la discesa fino ad Onno e su Bellagio. È qui che inizia la salita del Ghisallo– con pendenze fino al 14% su strade larghe con tornanti diversi .

La discesa più veloce prevede lunghi rettilinei e termina a Maglio dove, subito dopo una svolta a destra, inizia la salita della Colma di Sormano. Quindi i corridori affronteranno il Muro di Sormano su una strada stretta e ripida (2 km di lunghezza, con una pendenza fino al 15%). È in parte all’interno di un piccolo bosco, con curve e pendenze molto strette che, per circa 1 km di distanza, superano il 25% fino a quasi il 30%.

Superata la Colma, il percorso segue la discesa fino a Nesso, dove i corridori prenderanno la strada costiera per raggiungere Como. Successivamente affronteranno la salita dura a Civiglio (614 m) con pendenze quasi intorno al 10% – e con un netto restringimento della carreggiata in cima alla salita – prima di scendere e attraversare Como per compiere l’ultima ascesa fino a San Fermo della Battaglia (397 m).

Ultimi km
Gli ultimi 10 km all’interno dell’area di Como su ampi viali, fino al sottopassaggio ferroviario dove inizia la salita finale di San Fermo della Battaglia. La pendenza è di circa il 7% (max 10%). Il percorso passa diversi tornanti fino alla fronte a circa 5 km dal traguardo. La discesa, su un’ampia strada ben asfaltata termina all’ultimo chilometro. 

Foto Gian Mattia D’Alberto – LaPresse 16/09/2019 Bergamo Sport Conferenza stampa di presentazione Il Lombardia nella foto: Norma Gimondi

Questa gara è stata tra le grandi classiche che papà ha amato di più, non solo perché l’ha vinta due volte, ma anche perché su queste strade ha trovato i suoi amici e tifosi. Oggi sono molto orgogliosa che Il Lombardia gli sia dedicato esattamente un mese dopo la sua morte. Voglio ringraziare tutti per i tanti messaggi di affetto che ho ricevuto dopo la sua morte. È la prova che è nel cuore di tutti

Norma Gimond

Fonte e foto: RCS Sport (Il Lombardia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *