Ven. Apr 10th, 2020

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Viaggi & Turismo: cosa sta cambiando e cosa cambierà?

Playa del Puerco (foto aggynomadi)

Playa del Puerco (foto aggynomadi)

Sull'onda della pandemia dovuta al Coronavirus (COVID19) inevitabilmente il mondo del turismo e più in generale dei viaggi sta cambiando. Vediamo come..!

La storia ci racconta che, a seguito dei grandi eventi sociopolitici o delle grandi crisi economiche, si sono verificati -più o meno drastici- cambiamenti nello stile di vita delle persone e nel caso specifico di coloro che viaggiano sia per lavoro che per piacere. Da fine del 2019, il progressivo diffondersi dalla Cina (Whuan – Hubei) di una grave epidemia poi diventata pandemia (il COVID-19 o nuovo Coronavirus) ha portato ad una grave crisi mondiale, tutt’ora in atto, che ha praticamente paralizzato quasi del tutto il sistema dei viaggi e che all’orizzonte fa scorgere drastici cambiamenti in questo settore con gravi perdite economiche per gli operatori del settore.

Sfortunatamente, in questo contesto senza precedenti, sappiamo che non è semplice pensare alla prossima vacanza, ma in questi momenti, desideriamo lanciare un messaggio di ottimismo. Queste circostanze così eccezionali passeranno ed auspichiamo che torneremo ad una vita dove ci sarà di nuovo spazio anche per le vacanze, i viaggi d’affari, le riunioni e tutti gli altri momenti di svago e conviviali per ognuno di noi.

In questi giorni e nei mesi a venire, gli operatore del settore dei viaggi, di ogni ordine e grado, stanno facendo e faranno tutto il possibile per garantire la sicurezza dei clienti e dei dipendenti applicando ogni misura di sicurezza e igiene in linea con quelle che sono le disposizioni impartite dalle rispettive Autorità e quindi continuando, per quanto possibile a vendere e operare i loro servizi anche con l’obiettivo di consentire il rientro di molti ospiti/passeggeri rimasti “bloccati” nelle più disparate e disperate situazioni. Altri operatori, pur continuando a fornire assistenza ai propri clienti, hanno scelto di sospendere temporaneamente alcune attività come ad esempio la pubblicazione e la vendita di nuove offerte di viaggio.

Cambiamenti e cancellazioni

Dopo una primissima fase d’incertezza e preso atto dell’effettiva gravità della situazione, gli operatori del settore si sono attivati per rendere flessibili le prenotazioni e permettere di modificare qualunque prenotazione (anche quelle che un tempo prevedevano penali o erano non cancellabili). Le politiche di gestione vengono quindi ridefinite al fine di non creare disagi a coloro che si trovano già in viaggio e sopratutto per aprire uno spiraglio di luce a quello che potrebbe essere il mercato futuro. Sostanzialmente l’ottica delle nuove policy è quella di non applicare i costi per il cambio prenotazione, possibilità di modificare la data e/o la destinazione senza costi per il cambio, prevedere eventuali rimborsi o voucher in caso d’improvvise sopravvenute condizioni di forza maggiore. Insomma, delle vere e proprie iniezioni di fiducia nel tentativo di rianimare il mercato e di tenerlo pronto non appena l’emergenza sarà passata.

Sicurezza a bordo degli aerei, dei treni, delle navi e degli altri mezzi di trasporto

Nelle circostanze attuali ed in quelle che seguiranno, anche le Compagnie che gestiscono i trasporti sono più consapevoli che mai di quanto sia importante la sicurezza e il benessere dei passeggeri e del personale che a questo punto diventano la priorità assoluta. Nel caso degli aerei, l’aria delle cabine è una miscela di aria fresca e aria riciclata che è stata filtrata. L’uso di filtri speciali significa che l’aria della cabina dovrebbe in realtà essere addirittura più pulita dell’aria che respiriamo sulla terra. Inoltre, ogni compagnia si sta impegnando a modificare i metodi di pulizia degli aeromobili, treni, navi, bus, cabine, camere d’hotel, piscine, spa, risotoranti, bar, eccetera, in modo da soddisfare gli standard più elevati. Ed ancora, per chi vola e soprattutto volerà, le compagnie aeree stanno rivedendo modalità e procedure per lo svolgimento del servizio a bordo per soddisfare anche le ultime raccomandazioni in materia di igiene.

Le crociere

Anche per le compagnie che offrono crociere, sia esse marittime che fluviali, vale più o meno quanto sin ora riportato. Alcune compagnie hanno deciso di fermare del tutto o in parte le proprie navi da crociera in attesa che la situazione torni alla normalità. In alcuni mari del mondo, invece, le attività proseguono ma seguendo tutte le prescrizioni in vigore.

Programmi fedeltà

Anche sul fronte dei “Rewards e Fidelity Program” tanti sono i cambiamenti e tutti a favore del consumatore. In breve, vengono ridefinite le politiche in modo che punti, miglia, crediti, avios, miles e quant’altro sia gestibile in maniera flessibile, senza alcuna scadenza o comunque rimandandola -ove necessario- agli anni successivi. Molti operatori, hanno allo studio, sempre quale “iniezione per stimolare il mercato” delle operazioni di “fidelity marketing” con le quali offriranno una serie di vantaggi e promozioni a tutti quei clienti già da tempo appartenenti ad uno specifico programma di fedeltà.

Assicurazioni sanitarie e di viaggio

Non c’è viaggio senza essere previdente. Non tutti stipulano un assicurazione sanitaria, di viaggio, del bagaglio, annullamento, cancellazione, dell’attrezzatura sportiva. Sino ad oggi, le assicurazioni propriamente dette erano un “optional”, ma come avrete letto d’ora in avanti l’operatore turistico offrirà di base molte più garanzie al cliente. E, secondo noi, questo sarà davvero un grande valore aggiunto per una ripresa della domanda. Tornando agli aspetti previdenziali, per quanto le maggiori compagnie assicurative si siano adeguate alla situazione coronavirus, molte hanno avuto un approccio fiscale e restrittivo seguendo alla lettera la polizza così come era stata stipulata. Molte altre compagnie, considerata l’eccezionalità della situazione sono venute in contro ai viaggiatori fornendo comunque supporto ed assistenza. Tra l’altro da segnalare, per molte assicurazioni, la possibilità di richiedere il rimborso del premio pagato a seguito della cancellazione preventiva del viaggio e quindi per il servizio assicurativo mai iniziato. Auspichiamo, anzi siamo certi, che pure il comparto delle assicurazioni di viaggio trovi una linea comune che consenta ai viaggiatori di poter stipulare prodotti assicurativi validi ed in linea con le situazioni geopolitiche del prossimo futuro.

Hotel e Resort

Riconosciamo che il virus COVID-19 ha richiesto a tutti noi di essere più consapevoli mentre affrontiamo le nostre attività giornaliere . Ogni giorno, gli alberghi di tutto il mondo lavorano per garantire il recepimento delle indicazioni dell’OMS sull’igiene e la pulizia. D’ora in avanti, le misure di salute e sicurezza di hotel e resort saranno riviste per contrastare un ampio spettro di virus, tra cui anche il COVID-19, con lo specifico utilizzo di prodotti per l’igiene e la pulizia delle mani degli ospiti, fino alle procedure di pulizia delle camere e delle aree comuni. Procedure specifiche che le più grandi catene alberghiere stanno di volta in volta implementando e che alle quali, siamo sicuri, anche realtà più piccole si uniformeranno.

Autonoleggi e trasferimenti

Il mercato del “Rent a Car” e dei trasferimenti di superficie è un altro dei settori preponderanti nel mercato dei viaggi e turismo. Gli operatori hanno migliorato, in molti casi, le già efficienti tecniche di pulizia delle vetture al rientro da ogni noleggio. Inoltre, maggiore e particolare attenzione viene dedicata a tutte quelle aree della vettura che entrano maggiormente a contatto con le persone ovvero il volante, le maniglie delle portiere, il cambio e altre superfici del cruscotto. Oltre alle già dette misure di pulizia dei veicoli con l’uso sistematico di agenti disinfettanti vengono implementate misure aggiuntive come la disinfezione sistematica della scrivania tra ciascun cliente e la politica di “contatto zero”: la chiave del veicolo viene consegnata sigillata in busta chiusa e disinfettata. Infine, intensificate le pulizie degli uffici di noleggio con prodotti igienizzanti e sensibilizzando tutti i dipendenti a lavarsi frequentemente le mani.

Attività, musei, escursioni, parchi divertimento e altro

Non c’è turismo senza la visita ad un museo o allo zoo, una giornata al parco acquatico, un escursione fuori porta o a un sito di rilevanza storico culturale, una giornata alle giostre e molto altro ancora. Dietro a queste “cose da fare” lavorano giornalmente tanti operatori che, in base alle disposizioni impartite dall’OMS e dalle Autorità, stanno implementando nuove regole d’igiene, modifica e cancellazione che ricalcano, più o meno, quelle che sin ora vi abbiamo già riportato per gli altri operatori turistici.

Prezzi e offerte

In molti ci chiedono se questa situazione favorirà l’abbassamento dei prezzi per i clienti?

Oggettivamente uno scenario del genere non si era mai verificato e quindi non possiamo fare un raffronto con il passato. Certamente, negli anni passati, altre situazioni avevano favorito la riduzione dei prezzi proprio per spingere la ripresa del mercato turistico. Oggettivamente, oltre all’offerta ad un congruo prezzo sarà necessario che i clienti siano attenti alla “qualità” ed alla “sicurezza” del prodotto che andranno ad acquistare. Probabilmente e soprattutto nell’immediato futuro alcune tipologie di viaggi per turismo, per ovvi motivi, non saranno più perseguibili. Per questo, vi invitiamo a selezionare con attenzione la vostra prossima vacanza e se non riuscite a farlo da soli affidatevi ad un professionista.

Una citazione importante e le nostre conclusioni

C’è un tempo per parlare al telefono e uno per guidare; un tempo per godersi il panorama e uno per tenere gli occhi inchiodati alla strada; un tempo per divertirsi e un tempo per guidare con coscienza.

Un tempo per uscire e uno per restare a casa.

Questo è il tempo di restare a casa, perché la cosa più importante di tutte, oggi, non sono strade sicure ma strade “vuote”.
Solo così possiamo fermare questo virus.
E solo se questo virus si ferma, possiamo riprendere lo straordinario viaggio della vita .

#IoRestoaCasa – ACI 20/03/2020

Lo staff di aggynomadi.it, così come ha sempre fatto, continua a monitorare la diffusione in corso del nuovo coronavirus (COVID-19) in relazione al settore dei viaggi e del turismo. Riconosciamo l’incertezza e le domande che potreste avere mentre la situazione in tutto il mondo continua ad evolversi. Per questo, vi invitiamo a considerare solo informazioni ufficiali provenienti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dalle Autorità, Enti e dagli Operatori di settore.

Se avete domande, non esitate ad utilizzare lo spazio per i commenti in fondo a questa pagine. Come sempre, cercheremo di rispondere a tutti.

Altre pagine dedicate al COVID-19 e al Coronavirus su aggynomadi.it

Fonte e foto: aggynomadi

TAGS: #viaggi #viaggiare #turismo #vacanze #travel #rimborso #rimborsi #travelblog #annullamentovolo #cancellazione #aereo #aerei #treni #bus #volare #virus #coronavirus #Italia #nuovocoronavirus #sars #epidemia #contagio #pandemia #Cina #China #vacanza #Whuan #Hubei #travelblogger #Pechino #Beijing #Shanghai #Hanghzou #Shanghai #HongKong #Taiwan #Japan #Giappone #Tokyo #crociere #crociera #crociereinAsia #crocierainAsia #cruise #viaggiaresicuri #aifrance #airchina #COVID-19 #Singapore #Bangkok #Maldive #Thailandia