La Milano-Sanremo cambia percorso.

Dopo 110 anni la Milano-Sanremo cambia percorso e incontra il mare solo in Imperia dopo aver attraversato la Po Valle e l’Appennino più a ovest del solito.

Dopo aver lasciato Milano, si attraversa la Lomellina su strade pianeggianti, larghe e dritte. Dopo Alessandria, la gara passa per il Monferrato e le Langhe prima di affrontare la prima lunga sfida della giornata, la salita di Niella Belbo. I pendii sono delicati, ma ci sono, soprattutto nella parte iniziale della salita, tratti ripidi e la salita è lunga quasi 20 km (pendenza media del 3%). Dopo Ceva inizia la lunga e facile salita al Colle di Nava (3,9 km e una pendenza del 3% nella parte finale della salita), seguita dalla veloce immersione su Pieve di Teco, per poi raggiungere Imperia. La salita e la discesa sono entrambe su strade larghe, mentre l’attraversamento di Langhe e Monferrato presentano tratti stretti. Nella città di Imperia la gara torna sul percorso classico per affrontare la Cipressa (scalata per la prima volta nel 1982) da San Lorenzo al Mare e poco dopo, il Poggio di Sanremo (scalato per la prima volta nel 1961).

I chilometri finali

Dopo la Cipressa (5,6 km con una pendenza media del 4,1%) c’è una discesa molto veloce e impegnativa che riporta i corridori alla SS 1 Aurelia. A 9 km dal traguardo inizia la salita del Poggio di Sanremo (3,7 km di lunghezza con una pendenza media inferiore al 4% e un massimo dell’8% nel segmento poco prima della cresta della salita). La strada è leggermente più stretta, con quattro tornanti nei primi 2 km. La discesa è estremamente tecnica, su strade asfaltate, strette in molti punti e con una successione di tornanti e curve fino agli incroci con la SS 1 Aurelia. La parte finale della discesa è già nella città di Sanremo. L’ultima curva, che conduce al rettilineo di casa, è a 750 m dal traguardo.

Fonte e foto: RCS Sport Press

TAGS: #ciclismo #pedalare #pedala #gare #bicicletta #corse #biciclette #corsa #bici #cyclisme #bicicleta #cycling #cyclinglife #milanosanremo #cipressa #poggio #capomele #capoberta #gazzetta #larosea #gazzettadellosport #lagazzettadellosport