Pedalare per 2 settimane a New York con la Gocycle G4i+

La Gocycle G4i+ pieghevole da 6.000 $ avrà convinto Tim Levin?

La pandemia ha dato origine a molte nuove abitudini. Aspetti sia positivi che negativi. Per alcuni, sono rimasti “confinati” alle prime frenetiche fasi della pandemia, come preparare il pane in casa. Altre abitudini sono rimaste in auge, come dimostra l’enorme numero di persone che hanno iniziato a pedalare da quando i trasporti pubblici erano stati limitati e comunque facevano paura per la maggiore possibilità di contagio..

Tim Levin, anche con un vaccino che scorre nelle sue vene e il virus che inizia (si spera) a recedere, ha mantenuto la bicicletta quale mezzo principale di locomozione nella città di New York. Ma muoversi in città in bicicletta ha i suoi lati negativi. Anche con un lucchetto robusto, non puoi mai essere certo che ritroverà la sua bici dove l’ha lasciata (anche in America..!).

Pendolarismo su due ruote a pedali

Tim, oltre alla sua fidata bici da strada, ha pensato che una e-bike pieghevole – compatta, maneggevole e con un sacco di grinta elettrica per aiutare le sue gracili gambe – avrebbe risolto tutti i problemi e reso il pendolarismo perfetto.

Gocycle, un produttore britannico di e-bike pieghevoli di fascia alta, gli ha prestato uno dei suoi nuovi modelli G4i+ per metterla alla prova. Ha trascorso due settimane a luglio facendo il pendolare dal suo appartamento nel Queens all’ufficio di Insider nel centro di Manhattan – e ora non vuole più tornare a fare il pendolare su una bicicletta normale 🙂.

Design elevato, massima praticità

Avere una bici che si piega in un piccolo pacchetto ordinato è un punto di svolta per una serie di motivi. E la G4i+ di Gocycle da 5.999 dollari lo è..! E si piega rapidamente e senza sforzo.

Tutto quello che bisogna fare è sbloccare due robusti fermi principali: uno che consente al manubrio di piegarsi verso il basso e un altro che consente al telaio di piegarsi a metà al centro. Il tutto è sapientemente tenuto insieme da un piccolo elastico che aggancia il manubrio al telaio.

Tim Levin, ha dichiarato:Ogni volta che andavo al lavoro, piegavo la bici in pochi secondi e la portavo in ufficio usando la sella come maniglia. L’edificio degli uffici non ammette biciclette, ma il personale non sembrava prestare molta attenzione quando avrei rotolato o portato la G4i+ ben piegata attraverso l’atrio.”

La recensione di Tim

Essere in grado di portare facilmente una bici dentro ovunque andassi era enorme, specialmente quando quella bici era appariscente e costosa. Problema furto, risolto!
Le dimensioni compatte e piegate della bici sono state una benedizione l'unica volta che ho deciso di prendere la metropolitana a casa dopo un duro allenamento, ma non è qualcosa che farei tutti i giorni. Mentre indubbiamente la Gocycle è molto più facile da portare in treno rispetto a una bicicletta convenzionale, è un po' ingombrante da trasportare e trascinarla su e giù per i gradini della metropolitana non è una passeggiata nel parco. Al peso di 35,9 libbre (circa 16 KG), la fibra di carbonio, alluminio e magnesio della G4i+ la rendono più leggera di molte e-bike, ma non è poi così leggera!
La G4i+ può essere ripiegata ancor di più quando necessario! La rimozione della sella e del pedale, entrambi dotati di appositi spazi per riporre gli oggetti nel telaio, conferiscono alla bici un ingombro ancora più compatto. A casa, la G4i+ ripiegata potrebbe stare comodamente in un angolo, rendendola molto più adatta all'appartamento rispetto ad alcune delle e-bike più ingombranti che ho testato.
Inoltre, l'ingegnosa trasmissione chiusa della bici elimina il rischio di spalmare il grasso della catena su una gamba dei pantaloni o un mobile durante le manovre.
E-bike pieghevole contro le strade di New York
Tutta questa comodità non va a scapito della qualità di guida. E il G4i+ ha tutto ciò che ti aspetteresti da una e-bike di fascia alta
Una velocità massima di 20 mph (circa 32 KMH) era sufficiente per raggiungere velocemente i posti, superare i motociclisti più lenti e tenere il passo con le auto su strade meno adatte alle biciclette. Il piccolo motore del mozzo anteriore della bici ha reso un gioco da ragazzi alzarsi sui pedali e superare i ponti ripidi. Se mai mi sono presentato al lavoro sudato, è stato a causa del caldo estivo, non perché ho faticato durante la mia pedalata.
Un'autonomia stimata fino a 50 miglia (circa 80 KM) era più che sufficiente per il mio tragitto di andata e ritorno di 20 miglia. E anche se non ho mai testato completamente la capacità della batteria della Gocycle, non mi sono mai avvicinato all'esaurimento dell'energia caricandola regolarmente durante la notte.
La G4i+ ha sia la pedalata assistita che l'acceleratore a rotazione. Ho pedalato con la pedalata assistita per la maggior parte del tempo. Come molte e-bike più costose, la G4i+ eroga potenza utilizzando un sensore di coppia, il che significa che maggiore è lo sforzo che metti nella pedalata, più assistenza elettrica ottieni. Questo rende la pedalata naturale.
La bici cambia anche automaticamente tra 3 marce a seconda dello sforzo che un ciclista fa. Ci è voluto un po' di tempo per abituarmi, ma alla fine ci ho preso la mano. Mi piaceva avere un po' più di controllo sul cambio, quindi tendevo a cambiare velocità manualmente usando un selettore di marcia sul manubrio.
L'associazione del G4i+ all'app di Gocycle consente di scegliere tra diverse modalità di guida o di crearne una propria, anche se non ho mai sentito la necessità di disattivare l'impostazione predefinita "Città". Se si mette il telefono verso l'alto, l'app funge anche da display del cruscotto che mostra la velocità, il livello della batteria, le miglia percorse e altri dati, il che è stato un bel tocco. La bici è dotata di un supporto per telefono elastico sul manubrio che è sorprendentemente sicuro.
Una persona in sella a una bicicletta pieghevole a volte sembra un orso su un triciclo, e mi sono preoccupato che la G4i+ dall'aspetto piccolo non mi andasse bene. Ma ho trovato la Gocycle straordinariamente comoda, anche per una persona alta. Potevo guidare per lunghe distanze senza sentirmi affaticato ai polsi o al collo.
Le Conclusioni dopo 2 settimane di utilizzo
La Gocycle G4i+ è una fantastica e-bike ben fatta che ha reso gli spostamenti per New York eccezionalmente veloci e convenienti per le due settimane che ho trascorso con essa. Si ripiega facilmente per riporla in ufficio e a casa.
Inoltre, ha un bell'aspetto ed è piena di "tocchi" intelligenti che mostrano quanto l'azienda abbia lavorato su ogni dettaglio. C'è una chiave a brugola scanalata sotto il sedile per regolazioni al volo, per esempio. E il cavalletto centrale è sagomato sul lato inferiore del telaio in modo che si pieghi alla vista. Un'elegante barra luminosa a LED nella parte anteriore con più impostazioni di luminosità e strobo mi ha fatto sentire al sicuro durante la guida notturna.
Il principale svantaggio, ovviamente, è il costo della bici. Con 6000 dollari si potrebbero comprare una flotta di biciclette decenti a pedali e più di alcune alimentate a batteria. Ma se questa bici da 6000 dollari è quella che ti fa pedalare ogni giorno o pedalare di meno, potrebbe valere la pena di tenerla in considerazione. Inoltre, Gocycle offre una gamma completa di biciclette pieghevoli e, sebbene siano tutte costose, alcune possono essere acquistate ad un prezzo inferiore rispetto alla G4i+.

Fonte e foto: businessinsider (Tim Levin)

TAGs: #pedalare #pedalando #pedalata #cicloturismo #ciclismo #cycling #cyclinglife #cyclisme #bicicleta #bicicletta #bici #biciclette #ebike #ebikes #ebiker #ebikers #bicielettica #bicielettriche #pedalataassistita #MTB #MountainBike #Gravel #HardTrail #DownHill #BMX #Endurance #CrossCountry #Gocycle #G4i