Catania VS Palermo, il Derby della pasta: alla norma o con le sarde?

Per noi: vincono entrambe, o diciamo così finisce in pareggio.

Ma entriamo nel vivo della partita. Le varianti della ricetta per
preparare queste “paste” sono davvero innumerevoli:
con e senza ricotta,
riccotta salata o infornata?
Ricotta e Parmigiano?
Melenzane lunghe, tonde o violette?
Ed ancora, con o senza pangrattato?
Pinoli, Uvetta o tutti e due?
Finocchietto selvatico si o no?
Pasta lunga o pasta corta?
Sarde fresche o sottosale? O meglio sottolio?
Oltre le sarde anche le acciughe?
Lo scontro è davvero agguerrito e potremmo andare a vanti all’infinito, nemmeno la zona cesarini riuscirebbe a mettere fine a questa partita del gusto..!

Vi proponiamo due ricette basiche, per 4 persone utilizzando delle caserecce con farina di grano tumminia. Sarete liberi di modificarle e sbizzarrirvi come meglio credete.

Pasta alla Norma (CATANIA)

Chi è stato a dare il nome “Norma” alla ricetta?
Come al solito, in questi casi, fonti e pareri contrastanti. Potrebbe essere stato Nino Martoglio (commediografo catanese) che davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò:
“Chista è ‘na vera Norma!“, ad indicarne la suprema bontà, paragonandola all’omonima opera “Norma” composta dal catanese Vincenzo Bellini.
Norma in riva al mare – Castel di Tusa 2018 – foto aggynomadi.com

Ecco la “nostra” ricetta base:

Come già detto siete liberi di modificarla in base alle vostre idee/tradizioni..!

Pasta con le sarde (PALERMO)

Se parliamo di origini etnico/culinarie, anche dall’altra parte della Sicilia, le cose non cambiano.

Secondo alcuni, ma non tutti :-), la pasta con le sarde fu inventata da un cuoco arabo, durante la campagna militare degli arabi nella zona di Siracusano. Per sfamare numerosi soldati elaborarò un piatto con quel che la natura offriva. Unì il pesce, finocchietto selvatico e pinoli.

A pasta chî saddi (in siciliano) è stato inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf).

 

La pasta con le sarde – foto aggynomadi.com – 201

Ecco la “nostra” ricetta base:

Anche in questo caso, sentitevi liberi di variare la ricetta. 

Prima di lasciarvi, come avrete potuto notare, non abbiamo “volutamente” descritto la procedura di preparazione in quanto oltre a trattarsi di due semplici e povere ricette esse hanno una vera e propria “metamorfosi” in base a al procedimento di cottura/assemblaggio. Che dire? Fin qui l’abbiamo già scritto più volte: modificate, variate, provate e riprovate perchè anche questo è il bello della Cucina.

Buon Appetito..!

Fonte e foto: aggynomadi

TAGS: #cucina #cucinare #mangiare #ricette #ricetta #ricettesiciliane #pasta #catania #palermo #foodblog #blogdicucina #foodblogger #ristorante #ristoranti #cucinalocale #cucinaitaliana #cucinaregionale #italianfood