Ven. Set 20th, 2019

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Portogallo: le grotte della moneta

2 min read

Andiamo a visitare le Grutas da Moeda

Aggynomadi.com è sempre più #Travel e vi porta alla scoperta delle destinazioni più o meno consociute in Italia, in Europa, nel Mondo.

Questa volta, con l’immancabile “Donna Bianca”, siamo stati in Portogallo e ci siamo imbattuti nelle Grutas da Moeda. Non proprio lungo la via dei soliti “itinerari turistici” -le Grotte della Moneta- sono grotte calcaree nella zona di São Mamede (comune di Batalha) nel distretto di Leiria.

Queste grotte si trovano vicino alla “Cova da Iria”, nella città di Fatima.

Se quindi avete in programma una “pellegrinaggio” in quel di Fatima, vi consigliamo di effettuare una breve deviazione e visitare queste grotte che furono scoperte nel 1971 da due cacciatori che stavano inseguendo una volpe.

La curiosità li portò ad esplorare alcuni cunincoli e cosi scoprirono per prima la “Sala do Pastor”, piena di formazioni calcaree. Per circa due mesi i due cacciatori continuarono a scavare le fessure che seguivano la prima grotta, scoprendo così gradualmente le altre stanze e le gallerie che ora sono incluse nel percorso visitabile.

Negli anni seguenti geologi e altri tecnici hanno proceduto nell’opera di scavo che ha portato all’utilizzo della grotta come attrazione turistica preservandone rigorosamente le caratteristiche tra cui il paesaggio montuoso in superficie.

foto grotte della moenta – archivio aggynomadi.com

La bellezza delle caverne è assicurata dalla diversità di materiali argillosi e calcite.

I nomi delle singole “stanze” (grotte) derivano dalle immagini che vengono evocate agli occhi del visitatore. Potremo quindi vedere: “La Natività”, “Le Cascate”, “La Vergine”, “Il mare”, “La Cappella imperfetta”, “La torta nuziale” eccetera.

L’estensione della grotta è di circa 350 metri ad  una profondità di 45 metri.
La temperatura interna della grotta è, in media, 18 ° C.
L’ingresso e l’uscita della grotta sono realizzati in luoghi diversi, circondati da un caratteristico paesaggio montano.

sculure naturali – grotta della moneta – foto aggynomadi.com

Perchè sono dette “Grotte della Moneta”?
Una antica leggenda racconta che: un uomo facoltoso proveniente dalle vicinanze, che attraversava un boschetto attorno ad una baia, fu attaccato e saccheggiato da una banda di malfattori che lo uccisero, come spesso accadeva in passato. Il corpo senza vita fu gettato nel precipizio cavernoso, e in fretta i ladri lasciarono cadere il sacco delle monete trasportate e il cui furto era il motivo del crimine.
Le monete si sparsero così sul precipizio perdendosi irrimediabilmente, il che diede alle grotte il nome con cui è ancora conosciuto oggi: Grutas da Moeda.

i colori nella grotta – foto aggynomadi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *