Pedalare in sicurezza – Collision warning system

SICURI IN BICICLETTA – Il tema della sicurezza sulle strade è ormai da anni centrale. Molti se ne stanno occupando, ma a nostro avviso non sono e saranno mai troppi. Più se ne parla e soprattutto più si agisce attivamente e meglio è..! Oggi vogliamo parlarvi del sistema di “Avviso di collisione con freno automatico e rilevamento di ciclisti e pedoni” sviluppato dalla casa automobilistica Volvo.. Un utilissimo ausilio per assistere il conducente di un automobile in caso di rischio di collisione con un pedone, una bicicletta o con un veicolo che lo precede sia da fermi che in movimento ma a patto che vadano nella stessa direzione. di marcia. In questa pagina non illustreremo solo il sistema progettato da Volvo Cars ma cercheremo anche di dare qualche utile consiglio sia ai ciclisti che agli automobilisti

Volvo per il ciclista: quando si tratta di sicurezza Volvo vuole proteggerti, non solo su una Volvo ma anche sulla tua bicicletta..!

AUTOMOBILI CON RILEVAMENTO DEL CICLISTA
Per aiutarti a proteggere i ciclisti.

Sviluppato già da qualche anno e messo costantemente a punto, tutte le auto Volvo -oggi- sono dotate di serie del sistema di prevenzione delle collisioni City Safety. Nella Volvo XC90 e nella nuova Volvo S90, City Safety incorpora di serie il rilevamento dei ciclisti. Il resto della gamma Volvo offre City Safety di serie con il rilevamento dei ciclisti disponibile come opzione. Se montato sulla tua Volvo, il rilevamento del ciclista emetterà un avviso se rileva un potenziale impatto. Se non reagisci in tempo, l’auto tenterà di evitare la collisione azionando automaticamente i freni per tuo conto.

La funzione “vede” solo i ciclisti da dietro, che viaggiano nella stessa direzione.

Nella foto che segue, un esempio di ciò che il sistema interpreta come ciclista: con contorni chiari del corpo e della bicicletta, direttamente da dietro e sulla linea centrale dell’auto.

Interpretazione del ciclista da parte del sistema anticollisione (Volvo City Safety)

Le prestazioni ottimali del sistema richiedono che la funzione che rileva un ciclista riceva informazioni il più univoche possibile sul corpo e sui contorni della bicicletta – questo implica l’opportunità di identificare la bicicletta, la testa, le braccia, le spalle, le gambe, la parte superiore e inferiore del corpo combinate con un normale modello di movimento umano.

Se ampie parti del corpo o della bicicletta del ciclista non sono visibili alla telecamera che svolge la funzione di sensore, il sistema non sarà in grado di rilevare un ciclista.

Il sensore farà il suo lavoro, ma è indispensabile che noi ciclisti ci “segnaliamo” e non solo…

Affinché la funzione sia in grado di rilevare un ciclista::

  • Questo deve essere un adulto e guidare una “bicicletta per adulti“.
  • La bicicletta deve essere dotata di un catarifrangente rosso rivolto all’indietro ben visibile, montato almeno 70 cm sopra la carreggiata.
  • La funzione è in grado di rilevare solo i ciclisti direttamente da dietro e che viaggiano nella stessa direzione, non ad angolo da dietro, non di lato.
  • I ciclisti che viaggiano sul bordo sinistro o destro delle linee laterali immaginarie/estese dell’auto possono essere rilevati in ritardo o per niente.
  • La capacità della funzione di rilevare i ciclisti al tramonto e all’alba è limitata, proprio come l’occhio umano.
  • La capacità della funzione di rilevare i ciclisti è disattivata durante la guida al buio e nelle gallerie, anche quando i lampioni sono accesi.
  • L’indicatore di collisione con freno automatico e rilevamento ciclista è un mezzo di assistenza alla guida. Essendo un ausilio, quindi consigliamo prudenza alla guida, sia ai ciclisti che agli automobilisti.

La funzione non può rilevare ciclisti parzialmente oscurati, ad esempio:

  • ciclisti in abbigliamento che offusca i contorni del corpo (in bicicletta usate un abbigliamento adeguato che garantisca la massima visibilità e stimoli l’attenzione degli altri soggetti che usano la strada)
  • ciclisti che si avvicinano di lato (non soprassate mai un automobile, ad esempio se vi trovate in coda o durante un rallentamento ad incroci, semafori o se vi trovate in una rotonda o in qualsiasi altra situazione ove il conducente dell’auto o peggio ancora camion, bus non possa vedervi).
  • biciclette cariche di oggetti di grandi dimensioni (ad esempio, per i cicloturisti che viaggiano con le borse è consigliabile che queste siano opportunamente posizionate in modo da garantire la visibilità e l’installazione di almeno un catarifrangente)

Il conducente ed il ciclista sono sempre responsabili che il veicolo o la bici siano guidati correttamente e con una distanza di sicurezza adeguata alla velocità.

“Avviso di collisione con freno automatico e rilevamento di ciclisti e pedoni” è progettato per essere attivato il più tardi possibile al fine di evitare interventi non necessari non deve essere utilizzato come scusa per il conducente per modificare il proprio stile di guida. Se il conducente si affida esclusivamente all’Avviso di collisione con freno automatico per la frenata, potrebbe esserci il rischio di una collisione prima o poi.

Esempio di rilevamento (VOLVO City Safety)

Un sistema a due livelli

A seconda di come è equipaggiata l’auto, la funzione “Avviso di collisione con freno automatico e rilevamento di ciclisti e pedoni” può apparire in due varianti:

Livello 1
Il guidatore viene semplicemente avvertito della presenza di ostacoli mediante segnali visivi e acustici: non interviene la frenata automatica, il guidatore dovrà frenare.

Livello 2
Il conducente viene avvertito della presenza di ostacoli mediante segnali visivi e acustici: l’auto viene frenata automaticamente se il conducente non agisce entro un tempo ragionevole.

Fonte e foto: VOLVO

TAGS: #GIROE #ebike #ebikes #e-bike #e-bikes #ebiker #ebikers #e-biker #e-bikers #pedalataassistita #bicielettrica #bicielettriche #bicicletta #biciclette #pedala #pedalare #ecomobilità #urbanmobility #mobilitàsostenibile #ciclismo #cicloturismo #cycling #cyclinglife #cyclisme #pedalando #salva #ciclisti #salvaciclisti #ciclista #salvaciclista #volvo #sicurezza #citysafety #safebike #safecycling #MTB #MountainBike #Bike #giroe #giro #giroe2020 #giro2020 #giroditalia #giroditalia2020 #namedsport #bici #biciibrida #biciibride #biciclettaibrida #bicicletteibride #sicurezzastradale #accpi #acpi #federciclo #federciclismo