Viaggiare in musica: Vienna

Tra milioni di testi musicali, molte canzoni sono il risultato di significative esperienze di viaggio. In alcuni casi, veri e propri ritratti di un luogo, esperienze d’autore, percorsi più o meno vissuti attraverso nazioni e città. Abbiamo deciso di proporvi ogni mese un testo, una canzone per viaggiare in musica.

La canzone del mese per viaggiare in musica è: Vienna dei Pooh

copertina albun Stop dei Pooh
  • Artista: Pooh
  • Album: Stop
  • Anno: 1980
  • Autori: Battaglia – Negrini
  • Etichetta:: CGD

Parole per viaggiare in musica

Donna sul ponte alla porta dell'est:
Passa un filo di nuvole sugli occhiali di lei.
Vienna leggera, catturami un'altra volta,
Con i miei nodi da sciogliere
Fra le mani di lei.
Aria d'argento soffia dall'Ungheria,
Come un serpente domestico il Danubio va via.
Vienna pastello, cancellami la frontiera,
Con tutti i voli che partono
E ogni treno che va.
Fari di sole fragile, occhi di smalto blu
E il passaporto pesa sempre più.
Giugno dai muri tiepidi dietro le labbra di lei,
Mentre mi prende e mi risponde e mi pretende qui.
Donna alle spalle alla porta del sud
Ed un riflesso che scivola fra le ciglia di lei.
Vienna sospesa nel sogno di luna nuova:
è una ferita fra gli alberi
L'autostrada che va.
Sorsi di buio limpido bagnano gli occhi miei
Ma non so mai fermarmi, come mai?
Vienna di legno e fragole,
Resta nel sogno con lei;
C'è un orizzonte troppo presente che mi pretende già.
Vienna per niente,
Per andarsene come al solito.

Riflessioni sul testo e appunti di viaggio

Nell’album Stop dei Pooh ed in questo caso nella canzone Vienna sono descritte, quasi fotograficamente, delle scene per lo più di carattere urbano attraverso un testo dal sapore romantico.

Parlavo sempre a Valerio del mio desiderio di visitare questa città. Il fatto è che lui viaggiava parecchio, io invece ero sempre incollato ai Pooh. Un giorno si presentò con questo testo, e mi sembrò perfetto per la musica che avevo composto.

Dody Battaglia (Autore della musica)

La città di Vienna, capitale dell’Austria, viene rappresentata come una vera e propria Donna sul ponte alla porta dell’est. Ed in effetti, proprio così si presenta ai nostri occhi come una elegante Signora tra il nord italico e quell’Impero Austro-Ungarico di un epoca ormai lontana.

Aria d’argento soffia dall’Ungheria,
Come un serpente domestico il Danubio va via.

Valerio Negrini (Autore del testo)

Attraversata dal Danubio, fiume ancora oggi navigabile, che la collega a Budapest capitale dell’Ungheria. Vienna, tra gli opulenti palazzi regali, i viali e i parchi alberati, coi suoi colori pastello è ammagliante come Lei, una donna che si ha nel cuore. E per una donna che ci si lascia alle spalle (ndr – sarà solo Vienna?) ci sarà una donna che ci ha spetta in Italia alle porte del sud?

Ascolta la canzone del mese su Youtube

Fonte e foto: autori, editori e aventi diritto della canzone

TAGs: #viaggiareinmusica #viaggiare #viaggi #viaggio #viaggiatori #viaggiatore #vacanze #vacanza #turismo #musica #canzone #canzoni #viaggiinmusica #travel #traveller #musictravel #travellermusic #holidaysong #Austria #Vienna #Wien #Pooh #Stop