Lun. Ott 21st, 2019

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Internet all’estero

4 min read
In questo post, vi racconteremo la nostra esperienza di viaggiatori internauti in Giappone. Vi parleremo della VISITOR SIM di B-MOBILE e di tutte le opzioni per rimanere connessi quando si è in viaggio all'Estero.

Tutto quello che c’è da sapere..!

Prima di partire per una vacanza all’estero, soprattuto se fuori dai confini Europei, in molti mi chiedono: come farò con la connessione ad Internet?

Se proprio, anche in vacanza :-), non vuoi o non puoi rinunciare alla possibilità di connetterti ad Internet, allora dovrai scegliere una tra le possibili soluzioni:

  1. utilizzare il tuo operatore nazionale verificando le tarriffe per il roaming dati “a consumo” ed eventuali offerte “flat” per l’utlizzo di dati ed eventualmente sms e minuti in chiamata e ricezione da/per l’estero. Tuttavia, questa -se non vi sono promozioni particolari- potrebbe risultare l’opzione meno economica;
  2. affidarti agli hotspot Wi-Fi, i punti di accesso più o meno gratuiti (tipo skyroam) che si trovano in giro per le città: nei locali pubblici, musei, piazze, centri commerciali, ristoranti, hotel e cosi via. Questo metodo per quanto “economico” o addirittura “a costo zero” certamente non può garantire la continuità della connessione e quindi potrebbe non essere adatto per alcune esigenze (ad esempio l’utilizzo on-line di sistemi di navigazione). Se pensi che questa soluzione possa fare al caso tuo è consigliabile usare una app come Boingo Wi-Finder che tiene in memoria -anche offline- la lista di tutti i principali hotspot Wi-Fi del mondo;
  3. acquistare una SIM Internazionale. Ve ne sono di vario tipo, più o meno prepagate e/o a consumo addirittura alcune consentono  “solo wathsapp” o altri tra i più noti programmi di messaggistica. Altre, invece, potrebbero includere più nazioni (ad es. USA e Canada) o ancora specificatamente per una determinata nazione un “bundle” prepagato di dati/minuti/sms. Solitamente, ma non sempre, molte di queste SIM consentono il “tethering” pertanto sarà possibile condividere la connessione ad internet tramite l’hot-sport del proprio smartphone o pocket-wifi;
  4. acquistare il noleggio di un pacchetto completo telefono+sim+bundle o pocket-wifi+sim+bundle. In molti casi “dai più” questa potrebbe essere considerata “la soluzione”. Ma attenzione alle penali, più o meno nascoste, che si potrebbero nascondere in caso di danneggiamento, furto, smarrimento dei dispositivi “a nolo”.

Bene, cosaltro c’è da sapere?

Le opzioni 3 e 4 possono essere già acquistate prima di partire. In molti casi si può richiedere la spedizione in Italia, presso quello che sarà il proprio Hotel a destinazione, o -sempre a destinazione- persso specifici punti di ritiro come uffici postali, porti, aeroporti, stazioni ferroviarie.
 

Si possono acquistare direttamente una volta arrivati in loco. Dove? 
Le opzioni anche qui sono molteplici: distributori automatici o corner negli aeroporti, negozi di elettronica e telefonia, negozio dello specifico operatore.
Sappiate che: in alcuni paesi, dai distributori automatici si può addirittura fruire dell’opzione 4.

 

Qualsiasi sia l’opzione che sceglierete, ricordate sempre: leggete bene le descrizioni, avvertenze, regolamenti e modalità d’uso per non incorrere in spiacevoli sorprese..!
 

L’abbiamo provata per voi..!

Infine, visto che molti me l’avevano richiesto, ho provato per voi una SIM Internazionale con Bundle dati. Nello specifico si tratta di una B-Mobile con un bundle di 5GB per 21 giorni da utilizzare in Giappone. Io ho preferito acquistarla sul sito dell’operatore ma si può acquistare anche su Amazon.jp dove peraltro sono disponibili anche SIM “per il turista” di altri operatori.

Direi che tutto è filato liscio, ma vediamo com’è andata:

  • mi sono collegato a http://www.bmobile.ne.jp/english/index.html
  • ho scelto la modalità di spedizione in HOTEL;
  • selezionato il tipo di SIM (normale, micro, nano – fate attenzione a non sbagliarvi non sarà possibile modificare il tipo di SIM e non viene fornita una “multi-sim”)
  • ho inserito tutte le informazioni personali richieste incluse quelle dell’indirizzo di spedizione (in questo caso ricordartevi di avvertire l’Hotel che riceverà la busta qualche giorno prima del vostro arrivo;
  • ho effettuato il pagamento di 3480 JPY con  Blu American Express, ma sono accettate tutte le  maggiori carte di credito;
  • ho ricevuto l’e-mail di conferma dell’acquisto effettuato;
  • successivamente in prossimità dell’avvenuta spedizione, sempre via e-mail, mi sono state fornite tutte le indicazioni per il tracking che prontamente ho girato all’albergo;
  • la spedizione è stata consegnata;
  • al check-in in Hotel mi è stata consegnata la busta;
  • la busta contiene un kit con tutte le informazioni possibili;
  • sappiate che il tutto è quasi plug & play, quindi basterà inserire la scheda nel vostro dispositivo e selezionare uno degli operatori di rete B-Mobile disponibili. In alternativa, qualora fosse necessario, nel kit sono fornite tutte le informazioni e i dati per configurare manualmente l’APN. Ma ribadisco, nel mio caso (un Asus Zenfone) non è stato necessario effettuare alcuna configurazione tranne che selezionare il corretto operatore B-Mobile tra quelli disponibili;
  • tutto ha funzionato a meraviglia incluso il tethering attraverso hotspot wi-fi;
  • in ultimo, sappiate che dopo i 21 giorni la scheda può essere tenuta ancora attiva attraverso delle opzioni di “ricarica” offerte dall’operatore ed indicate nel kit.

Un ultima opzione

Prima di partire per il Giappone o per qualsiasi altra destinazione, che sia in Europa o fuori dai confini del vecchio continente, potrete comodamente ricercare da casa e prenotare direttamente su GetYourGuide il vostro pocket-wifi a questo link o la vostra SIM dati cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *