Ven. Nov 22nd, 2019

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Ed ecco a voi il curry rice

2 min read
La ricetta del riso al curry alla giapponese (kareeraisu) della Donna Bianca
L’altra sera, la #DonnaBianca ha portato in tavola, a suo dire, uno dei piatti tradizionali della cucina casalinga giapponese. Salvo poi confessarmi, come spesso accade in Giappone, che in realtà il manicaretto in questione non ha per niente origini nella terra del sol levante, ma udite udite: il riso al curry alla giapponese o karē raisu è di origini indiane!!! 
Qualcuno, nell’antichità, l’avrebbe portato in Giappone. I Giapponesi se ne sarebbero appropriati fino a farlo diventare una istituzione della tradizione culinaria nipponica. Oggi viene preparato in numerose varianti di sapore e ingredienti e proposto con la classica ciotola di riso.

Come si può vedere dalla foto, il kareeraisu non si mangia con le bacchette ma col cucchiaio.

Ma, come direbbe qualcuno: bando alle ciance e veniamo alla ricetta del curry giapponese che la #DonnaBianca ha preparato per 4 persone.

Iniziamo con gli ingredienti

500 gr di petto di pollo (nell’originale viene utilizato il manzo)
1 cipolla rossa di tropea grande
2 carote
2 patate
1 blocco di curry giapponese (4 cubetti)
2 cucchiai di olio di semi
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di sake
Goma Macinata (sesamo macinato)Quelli che vi abbiamo elencato sono gli ingredientti per il curry. Per quanto riguarda il riso, fate voi. Meglio se un ottima qualità di riso giaponese cotto nel classico cuociriso Giappo!!!

Come ha proceduto la #DonnaBianca per la preparazione?

Ha tagliato la carne (pollo o manzo che sia) a cubi di circa un centimetro e mezzo togliendo l’eventuale grasso in eccesso. Dopo, ha pelato carote e patate tagliandole a pezzi grossolani, tagliato le cipolle in quarti e poi ancora a metà.

In un tegame ha fatto scaldare l’olio e rosolato la carne per qualche minuto fino a sigillarla e raggiungere la doratura esterna. La #DonnaBianca ha quindi spostato la carne in un piatto e nello stesso tegame usato per la carne ha fatto rosolare le cipolle per una decina di minuti.

A questo punto che sia la #DonnaBianca o siate voi a farlo 🙂 aggiungete carote e patate, fate rosolare qualche minuto e poi unite la carne. Coprite con acqua e portate a ebollizione, mettete il coperchio e lasciate sobbollire abbassando la fiamma al minimo per circa 40 minuti. Importante: non mescolate, le patate dovranno rimanere intere fino all’ultimo.

Non è finita, manca poco..!

Tagliate i cubi di curry e aggiungeteli mescolando delicatamente: così facendo il brodo si addenserà. Questo è il momento di aggiungere la salsa di soia.
Lasciate sobbollire a seconda del grado di densità del brodo desiderata (alla #DonnaBianca piace più liquido mentre ad #aggynomadi più cremoso).

Se siete arrivati fino a qui, vorrà dire che c’è l’avete fatta, quindi servite ben caldo con del riso bianco.

Fonte e foto: #laDonnaBianca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *