Mer. Apr 8th, 2020

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Coronavirus & Viaggi

La città proibita - foto aggynomadi

VIAGGIARE SICURI (Covid-19) - Per quanto possiamo, con la professionalità di sempre, cercheremo di darvi qualche consiglio sulla situazione riguardante il coronavirus per quanto riguarda i viaggi, le crociere, i voli aerei e il turismo in generale. Questa pagina si divide in tre parti: PARTE 1 - Gli aggiornamenti; PARTE 2 - L'articolo originale; PARTE 3 - I Commenti con le vostre domande e le nostre risposte.

AGGYNOMADI.IT “Viaggiare, Mangiare, Pedalare” – Dato il continuo evolversi della situazione, riteniamo opportuno sospendere l’aggiornamento delle pagine dedicate al COVID-19. Vi consigliamo di consultare solo fonti ufficiali, quali Autorità Governative, Sanitarie, Compagnie aeree e tutti gli altri soggetti ufficiali interessati. Restano comunque pubblicati nelle pagine di aggynomadi.it tanti consigli, che potrebbero essere utili, per viaggiare, mangiare e pedalare.

Grazie..!

#iorestoacasa #insiemecelafacciamo

AGGYNOMADI.IT – 12/03/2020

PARTE 1 – Gli aggiornamenti al 10 marzo 2020 (SI RICORDA CHE LE UNICHE FONTI UFFICIALI SONO QUELLE RIPORTATE DALLE AUTORITA’ GOVERNATIVE COMPETENTI O DAI RISPETTIVI SOGGETTI PUBBLICI E/O PRIVATI INTERESSATI)

http://www.viaggiaresicuri.it/
10/03/2020 – 20:36 http://www.viaggiaresicuri.it/

Il Presidente Conte firma il Dpcm 9 marzo 2020

governo.it (09/03/2020)

IATA International Air Transport Association “Travel Centre” – Pubblica gli aggiornamenti di competenza su questo link

iatatravelcentre.com (09/03/2020)

Si ricorda ad ogni tipo di viaggiatore, che la situazione è in costante evoluzione. Le misure intraprese dalle Autorità e/o da altri Soggetti pubblici e privati potrebbero variare con scarso o nessun preavviso. Pertanto, se si è in viaggio o s’intende intraprenderne uno “solo se strettamente necessario”, si raccomanda di verificare costantemente attraverso le fonti ufficiali eventuali misure restrittive.

09/03/2020

THAILANDIA – Nell’ambito delle misure adottate dalle Autorità locali per prevenire la diffusione del COVID-19, le autorità thailandesi hanno stabilito che le persone provenienti da Italia, Cina e Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao, Iran, Corea del Sud, anche in assenza di sintomi, devono porsi in auto-quarantena presso il proprio domicilio (o albergo), per un periodo di 14 giorni. In particolare, i viaggiatori provenienti da aeree a rischio dovranno compilare un modulo all’imbarco in Italia (in caso di volo diretto) o all’arrivo, nel quale dovranno fornire tutti i dati utili per il successivo rintraccio. Durante il periodo di auto-quarantena, dovranno contattare regolarmente le autorità sanitarie ed essere presenti in caso di visite domiciliari. La violazione dell’auto-quarantena viene sanzionata con una multa di 20mila Thai Baht, pari a circa 620 euro. All’interno degli aeroporti thailandesi sono effettuati degli screening sanitari che prevedono la misurazione della temperatura corporea. I passeggeri con febbre saranno sottoposti a valutazione medica, in base alla quale verrà stabilito se inviarli o meno in un ospedale specializzato, dove saranno tenuti in quarantena per un periodo di circa 3-4 giorni, il tempo necessario per avere i risultati degli appositi test clinici. Nel caso in cui il test sia positivo, verranno sottoposti a trattamento medico in loco, se negativo, saranno dimessi dall’ospedale ma, se provenienti dalle aree a rischio già indicate, dovranno rispettare l’auto-quarantena. La Turchia ha disposto la sospensione del traffico aereo con l’Italia. Chi avesse acquistato un biglietto da/per la Thailandia che prevede uno scalo negli aeroporti della Turchia deve verificare direttamente con la compagnia aerea la sussistenza del volo e la possibilità di imbarco. Altre compagnie aeree potrebbero ridurre la frequenza dei collegamenti aerei tra Italia e Thailandia. A questo riguardo, Thai Airways ha annunciato la cancellazione dei voli diretti da/per Milano a partire dall’11 marzo e sino alla fine del mese. Si raccomanda di verificare l’operatività del proprio volo con la compagnia aerea di riferimento, prima di recarsi in aeroporto. Per maggiori informazioni su questa ed altre nazioni consultare il sito viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri Italiano.

VIAGGIARESICURI.IT (08/03/2020)

Le Autorità maldiviane, nell’ambito delle misure adottate per la prevenzione del contagio da COVID-19, hanno annunciato il divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti o in transito dall’Italia nei 14 giorni precedenti l’arrivo alle Maldive a partire dalle 23.59 di sabato 7 marzo, ora locale. Maggiori informazioni saranno fornite non appena disponibili. Si raccomanda di continuare a monitorare il sito viaggiare sicuri della Farnesina e di contattare la compagnia aerea di riferimento per informazioni sul proprio volo. Le autorità locali hanno inoltre temporaneamente sospeso l’ingresso nel Paese per i cittadini stranieri che risultino aver soggiornato – o anche solo transitato – nella Repubblica Popolare Cinese. Tale misura viene applicata anche a coloro che risultino aver soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese e che siano transitati successivamente in altri Paesi prima di arrivare alle Maldive. Le autorità locali hanno inoltre deciso di sospendere temporaneamente, fino a nuovo ordine, l’ingresso alle Maldive per i viaggiatori provenienti o in transito dai seguenti Paesi: Iran e Corea del Sud limitatamente alle aree colpite dalla diffusione del coronavirus. A questo riguardo, si raccomanda di contattare la compagnia aerea di riferimento. Le autorità locali hanno disposto inoltre il divieto di sbarco per le navi da crociera. I cittadini delle Maldive in rientro da aree affette dal coronavirus saranno invitati ad osservare un periodo di quarantena all’arrivo.

VIAGGIARESICURI.IT (07 Marzo 2020)

DECRETO-LEGGE 2 marzo 2020, n. 9 – Art. 28 Rimborso titoli di viaggio e pacchetti turistici

normattiva.it

Come ulteriore misura preventiva contro il diffondersi del virus, il Giappone ha stabilito che, salvo casi straordinari, non possono entrare nel territorio nazionale:

– cittadini stranieri che sono stati nelle province cinesi di Hubei e Zhejiang nei 14 giorni precedenti la data di ‘ingresso in Giappone;

– cittadini stranieri che hanno un passaporto cinese emesso nelle Province di Hubei e Zhejiang;

– cittadini stranieri che sono stati nella città di Daegu; nella contea di Cheongdo della Provincia del Gyeongsang Settentrionale: città di Andong, città di Yeongcheon, contea di Chilgok, contea di Uiseong, contea di Seongju, contea di Gunwi (Corea del Sud);

– cittadini stranieri che sono stati nelle Province di Qom, Teheran e Gilan (Iran).

In aggiunta ai divieti d’accesso di cui sopra, a partire dal 9 marzo e sino al 31 marzo (termine, comunque, prorogabile) le Autorità giapponesi prevedono regimi di quarantena, da osservare in strutture dedicate, per chiunque provenga da qualsiasi Provincia della Repubblica Popolare Cinese (ivi incluse le Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao) e da qualsiasi Provincia della Repubblica di Corea (Corea del Sud).

Alcuni voli tra il Giappone e altri Paesi sono stati sospesi o cancellati. Si prega di contattare le singole compagnie o agenzie di viaggio per avere dettagli su eventuali cancellazioni. L’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO) ha un numero diretto (+8150 38162787) h24 che fornisce informazioni turistiche e consigli relativi al coronavirus.

viaggiaresicuri.it/country/JPN (06/03/2020)

Le seguenti attrazioni in Giappone sono temporaneamente chiuse:

Robot Restaurant Tokyo fino al 8 marzo

Fuji-Q Highland fino al 8 marzo

Pretty Guardian Sailor Moon – Shining Moon Tokyo fino al 11 marzo

Sanrio Puroland fino al 13 marzo

Toei Kyoto Studio Park fino al 13 marzo

Tokyo Disneyland fino al 15 marzo

Universal Studios Japan fino al 15 marzo

teamLab Planets TOKYO fino al 15 marzo

LEGOLAND Discovery Center Osaka fino al 15 marzo

Tokyo Skytree fino al 15 marzo

Kyoto Tower fino al 15 marzo

Osaka Spa World fino al 15 marzo

Fukuoka Tower fino al 15 marzo

Osaka Aquarium Kaiyukan fino al 15 marzo

Abeno Harukas fino al 15 marzo

Studio Ghibli Museum fino al 17 marzo

Sapporo TV Tower fino al 19 marzo

teamLab Borderless è invece chiuso fino a data da definirsi

AGGYNOMADI.IT (05 MARZO 2020)

GetYourGuide, uno dei più grandi operatori al mondo per l’acquisto di esperienze, tour, attività e molto altro, anche in tempi difficili, rimane pienamente operativo. GetYourGuide ha in modo proattivo messo in atto una politica di cancellazione:

1) I viaggiatori che annullano una prenotazione con più di 24 ore di anticipo riceveranno un rimborso completo da GetYourGuide .

2) I viaggiatori che annullano una prenotazione entro 24 ore dall’orario di inizio pianificato riceveranno un credito riscattabile per l’intero valore della prenotazione.

E se un’attrazione o un evento sarà costretto a chiudere, GetYourGuide contatterà in modo proattivo i clienti e rimborserà la prenotazione.

Aggynomadi.it è partner di GetYourGuide – Acquista servizi di viaggio ed esperienze indimenticabili a questo link con tutte le garanzie di GetYourGuide

AGGYNOMADI.IT (05 MARZO 2020)

Proseguono modificazioni e cancellazione da parte di molte compagnie aeree. Per questo, oltre a consultare i siti di ogni compagnia, vi consigliamo il sito www.routesonline.com e il tread Modifiche e Restrizioni COVID19 su aviazionecivile.it

AGGYNOMADI.IT (05 MARZO 2020)

Panama, Tunisia, Oman, Brasile, Repubblica Ceca, Georgia, Cipro, Azerbaigian, Singapore, Afghanistan, Iran, Thailandia e molte altre nazioni hanno aggiornato in data odierna le proprie prescrizioni per quanto riguarda il virus covid-19. Per i dettagli, vi consigliamo di consultare il sito viaggiaresciuri.it della Farnesina.

VIAGGIARESICURI.IT (03 MARZO 2020)

Sospensione dei viaggi d’istruzione, delle iniziative di scambio o gemellaggio, delle visite guidate e delle uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, fino alla data del 15 marzo 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (01 MARZO 2020)

MSC CROCIERE – Pagina dedicata alle news sul corona virus https://www.msccrociere.it/news/ospiti-imbarcanti

AGGYNOMADI.it (01 MARZO 2020)

COSTA CROCIERE – Pagina dedicata alle news sul corona virus https://www.costacrociere.it/coronavirus.html

AGGYNOMADI.it (01 MARZO 2020)

MSC CROCIERE: NEWS SULLA POLITICA DI CANCELLAZIONE PER TUTTE LE PRENOTAZIONI GIA’ CONFERMATE. PER LE NUOVE PRATICHE CONFERMATE ENTRO IL 31 MARZO 2020 SARA’ POSSIBILE RECEDERE IL CONTRATTO ENTRO 21 GIORNI DALLA DATA DI PARTENZA. Per maggiori info contattate direttamente MSC o il canale attraverso il quale avete acquistato la vostra crociera.

AGGYNOMADI.it (01 MARZO 2020)

STATI UNITI DI AMERICA (USA) COVID-19 (Nuovo coronavirus). Misure di contenimento: Le Autorità locali, al fine di fronteggiare la diffusione del coronavirus nel Paese, hanno dichiarato lo stato di emergenza sanitaria. Alla luce del numero di casi registrati in Italia e del progressivo innalzamento del livello di allerta da parte degli Stati Uniti in merito ai viaggi in Italia (attualmente livello di allerta 4 per le regioni maggiormente colpite, Lombardia e Veneto, E livello 3 per il resto del Paese) alcune compagnie aeree stanno riducendo o sospendendo i voli da/per l’Italia. Si raccomanda quindi di verificare sempre con la propria compagnia aerea, prima di recarsi in aeroporto, l’effettiva operatività del volo. In forza della dichiarazione di stato di emergenza, inoltre, da domenica 2 febbraio alle ore 17.00 (ora locale della costa est) a tutti i cittadini non americani che nei 14 giorni precedenti l’arrivo negli USA abbiano soggiornato in Cina, ad esclusione delle Regioni Autonome Speciali di Hong Kong e Macao, sarà precluso l’ingresso negli Stati Uniti. Per i cittadini americani, per coloro che hanno la residenza permanente negli Stati Uniti e per le rispettive famiglie, è previsto invece un trattamento differenziato, per il quale si rimanda al sito web del Department of Health (www.hhs.gov). Inoltre, tutti i voli provenienti dalla Cina saranno indirizzati verso 7 aeroporti (JFK New York, O’Hare Chicago, San Francisco, Los Angeles, Seattle, Atlanta e Honolulu), dove i passeggeri in transito dovranno sostenere gli screening medici prima di poter continuare verso la loro destinazione finale. 

VIAGGIARESICURI.it (01 MARZO 2020)

La minaccia per l’epidemia di coronavirus al livello mondiale è stata elevata a livello “molto alto”. Lo ha detto il direttore generale dell‘Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing a Ginevra sull’epidemia. “Il continuo aumento nel numero dei casi di Covid19 e del numero dei paesi affetti negli ultimi giorni sono motivi di preoccupazione. I nostri epidemiologi stanno monitorando questi sviluppi di continuo e noi ora abbiamo elevato il livello di rischio di diffusione globale a livello molto alto”, ha spiegato il capo dell’Oms. 

ANSA.it (28 febbraio 2020 – 18:58)

REPUBBLICA DOMINICANA – Misure preventive: Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità locali hanno annunciato che saranno rafforzati i controlli sanitari per i passeggeri in arrivo, in particolare tramite questionari a fini di sanità pubblica e dichiarazione giurata sulla storia di viaggio. Le autorità della Repubblica Dominicana si riservano inoltre la facoltà di attuare, con scarso preavviso o estemporaneamente, misure più stringenti, inclusi la sospensione di voli diretti verso gli aeroporti di Santo Domingo e La Romana o il divieto di sbarco per i passeggeri provenienti dalle località maggiormente esposte al rischio coronavirus, tra le quali anche l’Italia. Si raccomanda quindi di verificare con la propria compagnia aerea l’operatività dei voli e di continuare a monitorare viaggiaresicuri.it della Farnesina.

VIAGGIARESICURI.it (28 febbraio 2020)

COVID-19CAPO VERDE

Misure precauzionali: Al fine di evitare la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità locali hanno deciso la sospensione temporanea dei voli charter diretti tra l’Italia e Capo Verde.

VIAGGIARESICURI.it (26 febbraio 2020)

COVID-19RIMBORSI TRENI

Trenitalia ha disposto il rimborso integrale per qualsiasi viaggio e tariffa per coloro che hanno acquistato un biglietto fino al 23 febbraio. I titoli di viaggio emessi da Trenitalia saranno rimborsati con un coupon elettronico di pari importo, della durata di un anno.

Anche Italo rimborserà, a chi lo richiederà, i biglietti acquistati fino al 23 febbraio e per i viaggi, che partono o arrivano in tutte le zone del Nord Italia, dal 24 febbraio al primo marzo. Il rimborso consiste in un voucher valido fino al 31 luglio.

AGGYNONMADI.it (26 febbraio 2020)

COVID-19PER CHI VIAGGIA IN ITALIA – Coloro che vivono o sono venuti in contatto con persone che provengono dai comuni interessati dal focolaio del corona virus (Decreto Legge del 23 febbraio) devono assolutamente seguire le disposizioni delle competenti Autorità. Tutti gli altri cittadini, possono viaggiare osservando comunque le norme di igiene e le indicazioni del Ministero della Salute e dell’OMS per evitare il rischio di un eventuale contagio durante il viaggio. Si segnala inoltre che i treni hanno subito pesanti ritardi dovuti a controlli d’emergenza.

AGGYNONMADI.it (26 febbraio 2020)

COVID-19 – CUBA – Controlli sanitari: Le Autorità aeroportuali cubane hanno predisposto un protocollo sanitario per i passeggeri provenienti dall’Italia, consistente in controlli medico-sanitari di routine. Qualora, a seguito dell’arrivo a Cuba, i cittadini italiani dovessero manifestare sintomi compatibili con il COVID-19, le autorità locali forniranno indicazioni in merito alla possibile assistenza da richiedere presso la struttura specializzata “Instituto de Medicina Tropical – Pedro Kouri”. Dato il continuo evolversi della situazione, gli avvisi e le informazioni delle varie nazioni interessate al corona virus vengono progressivamente modificate e aggiornate. Pertanto, vi consigliamo di consultare l’unica fonte certa www.viaggiaresicuri.it servizio gestito dall’unità di crisi della Farnesina.

VIAGGIARESICURI.it (26 febbraio 2020)

COVID-19 L’impatto del nuovo corona virus sui viaggi è costantemente in evoluzione e nelle ultime ore ha sempre maggiore incidenza. Oggettivamente non si possono fare previsioni per chi intende mettersi in viaggio o per chi vorrebbe organizzarne uno per il futuro.

AGGYNOMADI.it (25 febbraio 2020)

COVID-19 (nuovo coronavirus). A Romania e Israele si aggiungono anche Mauritius e Croazia tra le nazioni che applicano l’interdizione all’accesso ai viaggiatori provenienti dalle seguenti regioni italiane: Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. L’elenco completo e sempre aggiornato sul sito viaggiare sicuri della Farnesina.

AGGYNOMADI.it (24 febbraio 2020)

COVID-19 (nuovo coronavirus). Proseguono rischedulazioni e cancellazioni da parte di compagnie aeree, di navigazione (inlcuse le crociere) e dei trasporti terrestri (treni, bus, metropolitane, eccetera) di alcuni paesi interessati. Prima di mettervi in viaggio vi consigliamo di contattare la specifica compagnia per prendere nota di eventuali specifici avvisi relativi a limitazioni, restrizioni o cancellazioni.

AGGYNOMADI.it (24 febbraio 2020)

COVID-19 (nuovo coronavirus). Restrizioni all’ingresso ROMANIA e ISRAELE: Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), le autorità romene stanno adottando misure di controllo e quarantena domiciliare di 14 giorni per i viaggiatori provenienti dalle località colpite dal coronavirus in Italia, nella regione Veneto e provincia di Lodi, o che abbiano viaggiato in queste località nei 14 giorni precedenti l’arrivo in Romania. Coloro che dovessero presentare sintomi compatibili con il COVID-19 saranno ricoverati presso apposite strutture. Le misure di controllo riguardano i punti di frontiera terrestre, marittima, aerea e fluviale. Inoltre, chiunque sia stato in Italia, a Taiwan o in Australia nei 14 giorni precedenti l’arrivo in Israele e sviluppi sintomi compatibili con il COVID-19 dovrà sottoporsi a controlli medico-sanitari secondo le linee guida le Ministero della Salute israeliano. Gli avvisi ed informazioni per chi viaggia sono in continua evoluzione, pertanto vi consigliamo di consultare l’unica fonte certa http://www.viaggiaresicuri.it/ servizio gestito dall’unità di crisi della Farnesina.

viaggiaresicuri.it (23 febbraio 2020)

Aggiornato il file relativo al focus on
CORONAVIRUS 2019-nCoV
della Farnesina e il sito www.viaggiaresicuri.it con tutti i paesi che applicano restrizioni in ingresso.
Prima di prenotare o mettervi in viaggio, vi consigliamo di consultare sempre il Ministero della Salute, le Autorità Governative/Consolari.

aggynomadi.com (21 febbraio 2020)

Dalla Polinesia Francese alle FIGI, sono sempre di più le Nazioni che applicano restrizioni in ingresso ai viaggiatori che abbiano precedentemente soggiornato o transitato in Cina e altre nazioni, tra le quali: Cambogia, Hong-Kong, India, Giappone, Macao, Malesia, Nepal, Singapore, Corea del Sud, Sri Lanka, Taiwan, Thailandia, Vietnam e Filippine. Pertanto, prima di mettervi in viaggio, per maggiori dettagli ed informazioni aggiornate e ufficiali sulla tipologia di restrizione e sui paesi che applicano limitazioni, vi consigliamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it o le Autorità Governative/Consolari dei rispettivi paesi.

aggynomadi.com (11 febbraio 2020)

Si estende la lista dei Paesi che applicano restrizioni in ingresso ai viaggiatori che abbiano precedentemente soggiornato o transitato nella Repubblica Popolare Cinese. Ad esempio, si aggiungono Mauritius, Malaysia, Isole Marshall, Gabon e molte altre. Inoltre, da segnalare che alcune Nazioni applicano restrizioni in ingresso non solo se si è transitato o soggiornato in Cina ma, ad esempio, anche a Singapore, Hong Kong ed altri Stati. Pertanto, prima di mettervi in viaggio, per maggiori dettagli ed informazioni aggiornate e ufficiali sulla tipologia di restrizione e sui paesi che applicano tali limitazioni, vi consigliamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it

aggynomadi.com (10 febbraio 2020)

Alcune Autorità Governative, nell’ambito delle misure adottate per la prevenzione del contagio del coronavirus, stanno temporaneamente sospendendo l’ingresso nei rispettivi paesi per i cittadini stranieri che risultino aver soggiornato – o anche solo transitato – nella Repubblica Popolare Cinese. Tali misure, in alcuni casi, potrebbero essere applicate anche a coloro che risultino aver soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese e che siano transitati successivamente in altri Paesi prima di arrivare nei paesi che applicheranno tali restrizioni. Tra i paesi che applicano restrizioni ci sarebbero: India, Filippine, Russia, Polinesia Francese, Nuova Zelanda, Israele, Maldive, Brunei ed altre nazioni. Per maggiori dettagli ed informazioni aggiornate e ufficiali sui paesi che applicano tali restrizioni, vi consigliamo di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it

aggynomadi.com (8 febbraio 2020)

Molte compagnie aeree hanno introdotto la dichiarazione di salute prima dell’imbarco. Per garantire la salute e la sicurezza dei passeggeri su larga scala in conformità alle direttive di prevenzione e controllo delle malattie e alle disposizioni delle autorità competenti, sarà necessario fornire le informazioni richieste prima dell’imbarco, al fine di ricevere l’assistenza appropriata in caso di emergenza.

aggynomadi.com (7 febbraio 2020)

PARTE 2 – L’articolo originale

A seguito della diffusione del “nuovo coronavirus” 2019-nCoV, originatasi dalla città di Wuhan, nella provincia cinese dell’Hubei, le competenti Autorità raccomandano di evitare tutti i viaggi nella provincia dell’Hubei e più in generale in Cina. Approssimativamente dal 31 dicembre 2019 si continuano a registrare casi di persone affette da coronavirus in tutta la Cina con numerosi decessi connessi appunto alla diffusione ti tale virus. La maggioranza dei casi di infezione è stata registrata a Wuhan, ma sono state coinvolte anche altre città e province nel Paese, tra le quali anche Pechino, Shanghai e il Guangdong.

Sulla durata dell’emergenza è impossibile fare previsioni ma è verosimile che si protarrà e/o si avranno strascihi per tutto il 2020 e anche oltre.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) segue costantemente il caso e rilascia costanti aggiornamenti attraverso il proprio sito web. Le autorità locali stanno adottando le necessarie misure di contenimento, tra le quali l’interruzione dei collegamenti aerei, terrestri e marittimi da/per alcune città in tutta la Cina. Casi di infezione da coronavirus sono segnalati anche al di fuori della Cina e il fenomeno è in continua evoluzione.

Il 30 gennaio 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato il nuovo coronavirus una Emergenza di Sanità Pubblica di Interesse Internazionale.

Per avere informazioni sempre aggiornate, e soprattutto da fonti attendibili, vi consigliamo di consultare i seguenti link:

Le compagnie aeree di tutto il mondo si sono mosse per fermare le operazioni nella Cina continentale, mentre i governi hanno aumentato i loro avvertimenti di viaggio ai massimi livelli e hanno messo in atto divieti per proteggere dalla diffusione di un coronavirus mortale.

Routesonline.com (1 febbraio 2020)

I nostri consigli per viaggiare sicuri

In molti ci chiedono cosa fare in questi casi? Certamente, se non potete fare a meno di mettervi in viaggio attenetevi ai consigli degli Enti e delle Autorità Governative preposte e competenti.

Vista l’evoluzione peggiorativa dell’epidemia di coronavirus, sconsigliamo assolutamente di mettersi in viaggio per Turismo nella regione Cinese e di valutare con estrema attenzione anche viaggi che prevedono eventuali scali in aeroporti delle zone interessate.

Annullamenti, cancellazioni e rimborsi

CODICE TURISMO
(Allegato al Decreto legislativo 23.05.2011 n° 79, G.U. n. 129 del 06-06-2011)

4. In caso di circostanze inevitabili e straordinarie verificatesi nel luogo di destinazione o nelle sue immediate vicinanze e che hanno un’incidenza sostanziale sull’esecuzione del pacchetto o sul trasporto di passeggeri verso la destinazione, il viaggiatore ha diritto di recedere dal contratto, prima dell’inizio del pacchetto, senza corrispondere spese di recesso, ed al rimborso integrale dei pagamenti effettuati per il pacchetto, ma non ha diritto a un indennizzo supplementare.


Art. 41 Diritto di recesso prima dell’inizio del pacchetto

Per attuare la prevenzione e il contenimento dell’epidemia di coronavirus 2019-nCoV e applicare le risoluzioni della Amministrazione dell’aviazione civile della Cina (CAAC), i passeggeri che hanno prenotato voli operati da Air China e voli con codice CA operati da Air China aventi numero di biglietto che comincia per “999”, inclusi i biglietti premio acquistati con le miglia, potranno richiedere un rimborso volontario attraverso il canale di vendita utilizzato per l’acquisto del biglietto. Air China non addebiterà alcuna commissione per il rimborso.

Air China attraverso una nota ufficiale fa sapere che: la sicurezza dei passeggeri è sempre stata la massima priorità e porrà in atto rapidamente i requisiti delle autorità fornendo servizi e supporto ai passeggeri nel più breve tempo possibile.

Sulla stessa linea di Air China le altre compagnie aere, tour operator, OTA, agenzie di viaggio, eccetera.

Infatti, qualora abbiate acquistato un biglietto aereo non rimborsabile, avete una prenotazione alberghiera non flessibile o ancora avete acquistato un pacchetto di viaggio in Cina (o in molti casi anche con il solo scalo in Cina) che non prevede rimborso o penali, non esitate a contattare il venditore per sapere come comportarvi. Sappiamo per certo che, vista la gravità della situazione, tutti gli stakeholder del settore Turistico stanno facendo la propria parte per venire in contro ai turisti e soprattuto per contenere il fenomeno epidemico.

Tra le tante misure prese dalle compagnie aeree, le più drastiche sono quelle prese dalla inglese Brithish Airways e dall’indonesiana Lion Air che hanno cancellato tutti i voli da e per la Cina.

A seguire, anche tutte le compagnie aeree coreane hanno rilasciato il programma dei loro cambiamenti dei voli da/per la China. Potete consultare qui i cambiamenti e/o gli annullamenti della Korean Airline, Asiana e di tutte le altre compagnie Koreane cosi come per l’americana United Airlines a qesta pagina. E il 29 gennaio arriva la comunicazione che pure
Lufthansa, Swiss e Austrian Airlines, solo per citarne alcune, sospendono i voli da e per la Cina al meno fino alla prima decade di febbraio. Insomma, tutte le compagnie aeree stanno adeguando gli schedulati dei propri voli in base all’evolversi della situazione. Molte cancellano, altre riducono e altre ancora hanno chiuso le vendite sulle tratte da/per la Cina.

Vi consigliamo di seguire il sito Routes Online dove potrete trovare informazioni sempre aggiornate riguardo ai programmi di volo delle Compagnie Aeree dei tutto il mondo.

Le tempistiche per i rimborsi sono variabili e dipendono dalle regole aziendali di ogni compagnia aerea o venditore di viaggi e servizi turistici. Per fare un esempio, abbiamo contattato Air China e per i rimborsi dei biglietti aerei targati CA ci potrebbero volere tra le 4 e le 6 settimane. La stessa, visto il grande numero di passeggeri, consiglia peraltro di non concentrare le richieste durante il prossimo periodo primaverile di festività cinesi conosciute come “Spring Festival”.
Sempre volendo fare altri esempi, alcune OTA (On Line Travel Agency come ad es. Expedia) procedono nelle richieste di rimborso instradandole in base alla tipologia (volo, auto, hotel…): ad esempio, per le prenotazioni “non rimborsabili” di Hotel l’agenzia di viaggio contatta prima l’albergo o la catena appartenente alla struttura interessata e successivamente, in base alla risposta ottenuta, procede ad annullare e rimborsare sempre in tempi variabili che comunque non sono inferiore ai 7 giorni. Ed ancora, se avete acquistato un biglietto aereo tramite OTA o altro tipo di sito on-line o agenzia di viaggi fisica, quest’ultima seguirà le politiche previste per questi specifici casi da parte della compagnia aerea la quale -tranne particolari casi/accordi con l’agente- emetterà direttamente il rimborso.

Aviazionecivile.it

Sali a bordo della più grande Community italiana di viaggiatori

Condividi le tue esperienze di viaggio, partecipa alle conversazioni
e diventa un Contributor di AviazioneCivile.it ed in particolare segui la discussione sulla polmonite cinese: riflessi sul mondo dell’aviazione o la pagina facebook di AviazioneCivile.it

Non abbiamo farmaci, non abbiamo vaccini ma abbiamo la possibilità di fare diagnosi e noi in Europa dobbiamo mettere tutto il nostro impegno nell’ostacolare la diffusione. Il virus in Italia non c’è, quello che bisogna fare è non andare in Cina o in altre zone in cui il virus è presente e verificare le persone che tornano dai luoghi contaminati

Roberto Burioni
Medico, Professore di Microbiologia e Virologia (Ansa 29/01/2020)

Crociere in Asia: che succede?

Un po tutte le compagnie di Crociera (Costa Crociere, MSC Cruise, Royal Caribbean Cruise, eccetera) che effettuano crociere turistiche in Asia stanno riorganizzando i loro itinerari eliminando gli scali in Cina. Anche Costa Venezia, nave dedicata esclusivamente al mercato Asiatico e con base in Cina a Shanghai, sembrerebbe aver cambiato le rotte delle proprie crociere.

Se avete prenotato una crociera in ASIA, vi consigliamo di contattare immediatamente e preventivamente la Compagnia o l’agenzia presso la quale avete acquistato la vostra crociera.

Secondo Cruise Critic la Royal Caribbean avrebbe già cancellato tutte le sue crociere da Shanghai e Costa Crociere ha annullato otto partenze: 25 gennaio e 31 gennaio Costa Serena; 27 gennaio e 31 gennaio Costa Atlantica, 26 gennaio e 2 febbraio Costa Venezia; 25 gennaio, 30 gennaio e 2 febbraio Costa neo Romantica.

La salute e la sicurezza dei nostri ospiti e dell’equipaggio è la nostra principale preoccupazione e continuiamo a collaborare con l’Organizzazione mondiale della sanità, i Centri per il controllo delle malattie e le autorità sanitarie del governo per monitorare la situazione

Portavoce di Royal Caribbean a USA Today

MSC Crociere ha cancellato le crociere in Asia di MSC Splendida e la nave rimarrà nel suo porto di origine fino almeno al 1 febbraio. Mentre, Norwegian Cruise Line e Viking Cruises non hanno cancellato alcun itinerario, ma stanno monitorando la diffusione del virus. Norwgian attua restrittive misure di controllo in imbarco/sbarco e a bordo, mentre Viking non avrebbe in programma crociere con scalo in Cina almeno fino a marzo.

PARTE 3 – Non esitate a usare i commenti, cercheremo di rispondere a tutti..!

NOTA BENE: Prima di lasciarvi, vogliamo ribadire che le uniche informazioni ufficiali sono quelle emanate dalle Autorità ed Enti competenti in materia e dalle Compagnie Aeree, Agenzie di viaggio, Aziende Turistiche e dagli altri soggetti interessati all’evento.

Fonte e foto: aggynomadi

TAG: #annullamentovolo #cancellazione #aereo #aerei #volare #scalo #scali #virus #coronavirus #nuovocoronavirus #sars #epidemia #contagio #pandemia #Cina #China #turismo #vacanze #vacanza #Whuan #Hubei #viaggi #viaggiare #travel #rimborso #rimborsi #travelblog #travelblogger #Pechino #Beijing #Shanghai #Hanghzou #Shanghai #HongKong #Taipei #Taiwan #Japan #Giappone #crociere #crociera #crociereinAsia #crocierainAsia #cruise #viaggiaresicuri #aifrance #airchina #chinaairlines #chinasouthern #chinaeastern #singaporeairlines #cathaypacific #HongKong #Macao #Aeroflot #UkrainaAirlines #COVID-19