Mar. Set 22nd, 2020

AGGYNOMADI

Viaggiare Mangiare Pedalare

Giappone: sette giorni a Tokyo.

Benvenuti in Giappone (foto aggynomadi)

Benvenuti in Giappone (foto aggynomadi)

COSA FARE E VISITARE A TOKYO - Col proliferare di offerte a basso costo, è sempre più facile trovare sul web soluzioni di viaggio settimanali per la capitale Giapponese che includono volo + hotel. Di cosneguenza, la domanda che ci viene posta è come organizzo la mia visita a Tokyo in soli 7 giorni?

Abbiamo pensato di scrivere un itinerario per Tokyo in 7 giorni, modulare e circolare, suddiviso per zone, che possa essere d’aiuto a coloro che s’apprestano ad affrontare il primo viaggio a Tokyo di soli 7 giorni.

L’essenziale

E’ difficile, anzi soggettivo, trovare l’essenziale in una città come Tokyo. Ma i giorni che avrete a disposizione sono solo sette e quindi a qualcosa dovrete pur rinunciare 🙂

Oggi, l’area che comprende la capitale giapponese Tokyo e i territori limitrofi è la più popolosa del mondo con 37,5 milioni di abitanti. Le stime dell’ONU prevedono addirittura una diminuzione dei residenti entro il 2030, unico caso per le prime 13 megalopoli presenti nella lista delle città più popolose.

Francesco Tortora (Corriere della Sera)

La citazione di Francesco Tortora che vi abbiamo riportato, la dice davvero lunga sull’estensione geografica dell’area metropolitana di Tokyo, quindi trovare l’essenziale, in una città che oltre ad essere una tra le più popolose al mondo è una tra le più cosmopolite ed in continuo cambiamento, non è facile. Mettetevi comodi, perché noi ci proveremo..!

L’essenziale di Tokyo andrebbe cercato tra i quartieri, le vie, le piazze, le tradizioni, i Templi, i musei, i mercati, gli odori, i sapori, la gente, gli izakaya, i kombini, la tecnologia, gli anime, i manga, gli otaku, la cucina giapponese, i giardini zen e le aree verdi, il mare, la struttura a canali, i parchi a tema, il sumo, i samurai, l’antica EDO, la moda. le tendenze, lo stile di vita e potremmo andare avanti per ancora molte righe.

Solo a voler elencare uno dopo l’altra, così di getto e a memoria, alcune tra le maggiori attrazioni di Tokyo si inanella una lunga e non esaustiva lista: Skytree, Asakusa, Ueno, Akihabara, Ginza, Palazzo e Giardini Imperiali, Tokyo Station, Shinjuku, Shibuya, Roppongi, Tokyo Tower, Odaiba. Ed anche in questo caso potremmo proseguire per non si sà quanti caratteri ancora.

Concludiamo col dirvi che l’essenziale a Tokyo, ma più in generale in Giappone, non esiste. Quindi, non cercatelo ma trovatelo..!

A Tokyo, prenota musei ed esperienze che racconterai al mondo intero..!

Come preparare e affrontare il tuo viaggio a Tokyo?

Se non l’avete già fatto, vi consigliamo di leggere tutti gli articoli riguardanti il Giappone che abbiamo sin ora pubblicato ed in particolare:

Dall’Europa, qualsiasi rotta aerea avrete seguito per raggiuntere Narita o Haneda, i due principali aeroporti di Tokyo, avrete affrontato un viaggio di almeno 13 ore. Solitamente i voli intercontinentali da/per una determinata città s’incontrano e seguono tutti la medesima rotta giungendo a destinazione, in questo caso Tokyo, all’interno di una determinata fascia temporale. Dunque, per la rotta “artico-siberiana” (la più breve da/per l’Europa), dalle prime luci dell’alba fino alla tarda mattinata le piste degli aeroporti di Tokyo vedranno atterrare e partire aerei provenienti o diretti dalle/nelle maggiori capitali Europee. Il discorso cambia, e si sposta verso le ore serali se deciderete di allungare il vostro viaggio seguendo le rotte medio orientali facendo scalo in uno degli hub di Qatar, Doha, Abu Dhabi, Dubai.

Sappiate che il Giappone non aderisce ad alcuna convenzione con l’Italia in termini di fornitura di servizi sanitari. Pertanto, vi raccomandiamo di stipulare una adeguata assicurazione sanitaria e di viaggio.

Per quanto in Giappone la situazione sanitaria sia equiparabile a quella di molti altri paesi occidentali, è sempre bene avere al seguito farmaci e medicinali di prima necessita: un utile guida potrebbe essere quella realizzata da ANGELINI PHARMA. Inoltre, riteniamo utile linkarvi questa breve Guida ai viaggi lunghi in aereo e su come affrontarli redatta da AIG una delle storiche compagni assicurative di viaggio Italiane.

Arrivati in aeroporto, oltre al ritiro bagagli, vi attendono due essenziali pratiche obbligatorie: immigrazione e i controlli doganali di polizia. Per facilitarle, vi consigliamo di avere sempre a portata di mano il passaporto, la carta d’imbarco, una copia del biglietto e di compilare già a bordo le apposite distinte che, se non verranno consegnate, potrete richiedere espressamente al personale di bordo.

Innamorati del tuo viaggio a Tokyo. Prenota esperienze che racconterai al mondo intero..!

1 – Il vostro primo giorno a Tokyo: Shibuya & Ramen.

Finalmente ci siete, avete messo piede fuori dall’aeroporto e respirate aria Nipponica. Che sia aria calda e umida in alcune stagioni o fredda e asciutta in altre, potrete dire di essere giunti nel paese del Sol Levante. Bene, vi consigliamo di andare dritti in Hotel.

Per raggiungere Tokyo:

  • da Narita seguendo le informazioni contenute in questa pagina*,
  • da Haneda (che è l’aeroporto più vicino alla città) seguendo le indicazioni riportate in questa pagina*.

* I link che vi abbiamo indicato, sono quelli ufficiali alle pagine “Access” dei rispettivi aeroporti ed in lingua inglese, ma sappiate che sono i più aggiornati ed affidabili.

Più in generale per i trasporti, in molti pensano di risolvere tutti gli spostamenti in Giappone, ed in questo caso a Tokyo, con il JR PASS. Noi, per questo viaggio di 7 giorni a Tokyo ve lo sconsgiliamo! La migliore soluzione è acquistare una delle 3 proposte per i turisti a Tokyo delle linee Tokyo Metro. Fate bene attenzione, Tokyo come poche altre città al mondo, non ha un singolo gestore dei servizi di treni/bus/subway. Quindi potrete utilizzare il vostro pass turistico solo laddove è visibile il logo Tokyo Metro. Se proprio ne avrete necessità, potrete prendere altri gestori (come ad es. la popolarissima JR Yamanote Line) pagando la singola tratta. Altra peculiarità delle linee Subway di Tokyo è che con un biglietto si può percorrere solo una singola tratta della medesima linea: con lo stesso biglietto non si può cambiare linea. Infine, ricordate “sempre “di validare il vostro biglietto/abbonamento sia in ingresso che in uscita.

In alternativa, se volete una maggiore flessibilità potreste valutare l’acquisto di una carta PASMO o SUICA, ma tenente bene a mente che il nostro consiglio rimane sempre quello di acquistare un abbonamento turistico alla Tokyo Metro.

Siete arrivati in Hotel? Sappiate che in Giappone check-in e check-out in hotel hanno degli orari abbastanza diversi dagli altri paesi ed il personale della ricezione d’hotel è solitamente molto preciso. Potreste trovare hotel che prevedono il check-in addirittura dopo le ore 14:00 ed il check-out entro le ore 10:00. Dunque, salvo casi particolari, se non potrete ancora prendere possesso della vostra camera, lasciate i bagagli in reception e “letteralmente” vagabondate nei dintorni dell’hotel, al più consumate un pasto o ingannate il tempo fino alla fatidica ora prevista per il check-in. A questo punto, recatevi in camera, fate una doccia ristoratrice, puntate tutte le sveglie possibili 🙂 e dormite per circa 3 ore. E’ davvero molto importante, per una questione di Jet Lag. Ricordate che: rispetto al vostro giorno di partenza, siete al DAY+1 e circa 8 ore avanti di fuso orario. All’incirca dopo le 17:00 sarete pronti per trascorrere la vostra pirma serata a Tokyo. Per chi invece arriverà la sera, nessun problema, cenate, fate una passeggiata e andate a dormire..!

Seppur il primo contatto col Giappone sia già avvenuto, di Tokyo avete visto ben poco. Noi, per quel che resta del primo giorno, vi porteremo a Shibuya.

Shibuya: megaschermi e insegne luminose (foto aggynomadi)

Shibuya è uno dei 23 quartieri speciali di Tokyo. Nel 2008 la popolazione stimata era di 208 371 persone per una densità di 12 960 abitanti per km². La superficie totale del quartiere ammonta a 15,11 km²

Wikipedia

Shibuya è uno dei quartieri più dinamici ed affollati della città, costruito attorno alla Stazione nella cui piazza è posta la statua dedicata al cane Hachikō a pochi passi dall’incrocio di Shibuya. Shibuya è illuminata da megaschermi, installati nei grattacieli e palazzi della zona dove potrete trovare una moltitudine di negozi (vi consigliamo di non perdere il 109) e ristoranti. In uno di questi potrete consumare la vostra prima cena a Tokyo, tra i tanti vi consigliamo di consumare il primo ramen nel caratteristico Ichiran Shibuya. Troverete un quartiere pieno di giovani, musica, luci e colori. Sentitevi liberi di fare shopping, visitare un Pachinko o di perdervi nelle stradine che circondano i palazzi tra un love hotel e un Izakaya.

Soffermatevi ad osservare l’incrocio di Shibuya, attraversatelo più volte e soprattutto osservatelo da più angolazioni, sia dal basso che dall’alto.

Ad esempio, vi consigliamo di prendere la scala mobile che conduce al ponte per la stazione metropolitana della linea Ginza, da qui potrete godere di una “speciale” vista dall’alto.

Tirate fino a notte inoltrata e andate a letto il più tardi possibile. Buona Notte..!

Musei, escursioni, visite guidate a Tokyo? Prenotale qui..!

2 – Oggi che facciamo? Colazione e Asakusa.

Buongiorno, è il vostro primo giorno completo di vacanza a Tokyo..! Oggi, così come farete per le prossime mattine di permanenza nella capitale Giapponese, dovrete fare colazione.

Solitamente negli Hotel di Tokyo la colazione non è inclusa nel prezzo della camera. Di seguito alcune opzioni, per fare colazione che potrebbero fare al caso vostro:

  1. La Chōshoku 朝食. E’ la tipica colazione Giapponese. Non è facile trovarla negli Hotel di Tokyo, ma più frequente nei Ryokan o negli hotel di altre città giapponesi o del Giappone rurale. Solitamente viene servita in camera ed è una colazione “infinita” che prevede tante piccole cose soprattutto salate e con la presenza di piatti caldi e di pesce. Vi alzerete sazi e non vorrete più mangiare almeno fino a sera! Se l’Hotel ve la propone, provatela almeno per una volta;
  2. La colazione “fai da te” in camera è un “must” dei turisti a Tokyo. Molto semplicemente, la sera ci si approvvigiona di alimenti e bevande presso uno dei tanti konbini sparsi per Tokyo e al suonare della sveglia potrete godere del primo pasto della giornata direttamente in camera magari sfruttando, per le bevande calde, il bollitore o gli appositi distributori gratuiti che solitamente sono presenti in molti hotel di Tokyo e del Giappone;
  3. Sappiate che i Giapponesi amano la cucina francese e soprattutto le boulangerie. Per questo a Tokyo ci sono tantissime panetterie, pasticcerie e cafè in stile francese. Potrete quindi uscire dal vostro albergo e fare colazione in uno di questi locali che, in molti casi, troverete anche nelle gallerie commerciali sotterranee della metropolitana di Tokyo. Quindi, prima di prendere la metro: colazione è fatta!
Colazione Sotesu Fresa Inn Tokyo (foto aggynomadi)

Dopo una buona colazione sarete pronti per iniziare la vostra giornata di turismo. Oggi andrete a visitare il quartiere di Asakusa (che dai giapponesi sentirete pronunciare Asacsa).

TEMPLI E GIARDINI – In molti ritengono che ad Asakusa potrete vivere l’atmosfera della vecchia Tokyo. Noi andiamo controtendenza e non siamo di questa opinione. Di certo ad Asakusa visiterete la porta Kaminarimon, dalla quale -attraverso la Nakamise Dori- giungerete al complesso Senso-ji, dove oltre all’omonimo Tempio troverete dei curatissimi giardini giapponesi.

Kaminarimon (foto aggynomadi)

FOOD & SHOPPING – Tutta la zona di Asakusa è gremita di negozi di artigianato, abiti tradizionali giapponesi, katane, articoli per samurai e chioschi di street food. Ed ancora: bar, izakaya e ristoranti tipici che servono, tra l’altro, anche gli yakitori (i tradizionali spiedini di carne giapponese alla griglia).

Una passeggiata per Kappabashi Dori è senz’altro una attività tipica per chi fa turismo ad Asakusa. Qui la fanno da padrone i negozi che propongono ogni tipo di articolo per la cucina. Non solo stoviglie, pentole e quant’altro ma anche ingredienti. Tra i tanti negozi di alimentari, vi consigliamo di visitare il supermercato Life dove oltre ad acquistare qualche souvenir culinario potrete acquistare cibi cotti o sushi confezionati in pratici “bento” per il vostro pasto. Rimanendo in tema di pasti ad Asakusa, per pranzo, cena e dolcetto, vi consigliamo:

Tra le tante attività amate dai turisti ad Asakusa vi segnaliamo il giro turistico in risciò o trascorrere una mezza giornata tra i templi in abiti tradizionali Giapponesi

IL TRIANGOLO D’ORO – Tra gli imperdibili di Asakusa, vi consigliamo di fare un salto da Don Qujote e proprio dall’altra parte della strada andate a visitare まるごとにっぽん dove potrete trovare oggetti e cibo proveniente da tutte le 47 prefetture giapponesi. Oltre allo shopping, vengono organizzati molti eventi per promuovere il Giappone. Per chiudere, quello che potremmo definire il triangolo d’oro di Asakusa, all’angolo opposto troverete Asakusa Engei Hall dove potrete assistere ai tradizionali spettacoli d’arte giapponesi.

Se la vostra irrefrenabile voglia di fare acquisti non riesce a frenarsi, ad Asakusa vi consigliamo di visitare almeno uno dei 3 edifici del centro commerciale ROX.

Fiume Sumida e Tokyo Sky Tree (foto aggynomadi)

Rimanendo nel quartiere di Asakusa, altra tappa quasi obbligata è la Tokyo Sky Tree. Da 634 metri di altezza potrete ammirare la città. Il comprensorio Tokyo Sky Tree offre molti servizi, tra cui: un centro commerciale, bar e ristoranti, alcuni dei quali con vista panoramica. Nei dintorni della Tokyo Sky Tree il Kuritsu Sumida Park e l’acquario Sumida che si affacciano sull’omonimo fiume dove potrete decidere di effettuare una simpatica crociera fluviale.

L’ARTE DELLE PERCUSSIONI – Infine, per gli appassionati di percussioni ma anche solo per chi volesse approfondire l’antica tradizione giapponese di questa specifica arte musicale, vi consigliamo di visitare il Miyamoto-Unosuke Drum Museum e il Japan Percussion Center.

Con in consigli che vi abbiamo sin ora dispensato, e con quello che scoprirete da soli, siamo certi che ad Asakusa potrete tranquillamente spendere un intera giornata ed anche dippiù!

Vai in Giappone. Prenota qui il tuo JRail Pass

3 – In una sola parola: UENO

Benvenuti a UENO. Oggi trascorrerete una intera giornata qui. Si, proprio così, da colazione a cena e, se vorrete trascorrere anche il dopo cena, date uno sguardo all’ultima parte di questo articolo dove vi parliamo della vita notturna a Tokyo. Siete pronti?

Vi aspetta una giornata ricca, avrete l’imbarazzo della scelta. Noi cercheremo di condurvi attraverso la visita di UENO in un solo giorno: impossibile!

COLAZIONE A UENO – Dicevamo da colazione a cena? Bene, partiamo proprio dalla colazione. E dove farla a UENO se non con i pandini? Dunque la prima tappa obbligata per noi è da Lotteria Bakery (proprio qui 1-57 Uenokoen, Taito City, Tokyo 110-0007, Giappone) per mangiare dolcetti e prodotti da forno caratterizzati dai famosi panda dello Zoo di Ueno. Vi servirete con gli appositi vassoi, sceglierete la vostra bevanda calda o fredda e potrete consumare sedendovi in uno dei tavoli con vista sulla Uenokoen trafficatissima di gente.

IL PARCO – Colazione è fatta..! Uscite da Lotteria Bakery e andate a destra, fate qualche metro e troverete una breve scalinata, fatela e siete arrivati al Parco di UENO.

Se è primavera, il parco di Ueno è uno dei posti più gettonati dai giapponesi per la tradizionale celebrazione (hanami) della fioritura dei ciliegi (sakura).

ZOO E MUSEI – Il parco di Ueno comprende anche un laghetto ed il famoso Zoo dove sono ospitati, tra gli altri, anche i panda e gli orsi dell’Hokkaido la regione più a nord del Giappone. Nel parco potrete visitare circa una decina di musei. Tra questi, vi segnaliamo il Museo nazionale di Tokyo e il Museo nazionale della natura e della scienza.

TEMPLI – Oltre ai musei, nel parco di Ueno sono ospitati alcuni templi e luoghi di culto. Degni di nota: il Gojo Tenjinsha, lo Shinobazunoike Bentendo, il Daibutsu, il Toshogu Shrine. Vi consigliamo letteralmente di perdervi a Ueno abbandonandovi all’istinto ed in 2/3 ore avrete girato tutto il parco.

E’ tempo di pranzo. Vi consigliamo di scegliere tra:

Ad Ueno da Tsuruse つる瀬 本店 dovrete assolutamente assaggiare un Mochi, il trazionale dolce di riso glutinoso giapponese. Uno dei più buoni a Tokyo..!

NEZU, SENDAGI, YANAKA – Dopo un lauto pranzo, bisognerà camminare per smaltire qualche caloria! Per farlo, vi condurremo attraverso un itinerario che si snoda nella parte alta di UENO e che non è ancora molto battuto dai turisti.

Attraverso questo percorso, scoprirete una Tokyo insolita. Vi sembrerà quasi di stare nel Giappone rurale o di essere tornati in una Tokyo anni 80.

Si tratta di un percorso circolare che parte proprio dietro lo Zoo di Ueno. Dovrete attraversare nell’ordine Nezu, Sendagi e per finire Yanaka.

AMEYOKO – A questo punto dovrebbero fare capolino le prime luci della sera. Vi consigliamo di fare una pausa da Nana’s green tea (presso il centro commerciale Ueno Marui dove vi consigliamo di fare un giretto e vi segnaliamo un 100YenShop da fare invidia al famoso Daiso e degli ottimi ristorantini all’ultimo piano: da provare il Koreano). Dopo un meritato riposo è il momento di scorrazzare tra le stradine illuminate di Ameyoko, luogo molto frequentato dai giapponesi, soprattutto dai salary man che affollano gli izakaya dalla sera fino a tarda notte. La zona è molto gettonata anche dai turisti, infatti -oltre alla vasta offerta culinaria- molti negozietti e centri commerciali popolano il quartiere. Da non perdere assolutamente Matsuzakaya uno dei negozi più antichi al mondo: visitate il piano -1, dove (come è di moda a Tokyo) troverete un interessante reparto gastronomico con tanti assaggi gratuiti. Infine, tra i tanti negozi di cosmetici e drogherie vi consigliamo di visitare OS Drug Ueno.

Ricordate cosa vi avevamo detto all’inizio? Da colazione a cena..! Anche per cena che ne dite di scegliere tra più ristoranti? Ecco a voi le nostre proposte:

  • da Tiger Gyoza Hall Okachimachi potrete gustare i famosi ravioli ripieni di carne o verdure preparati al vapore o alla piastra
  • Yakiniku – Esattamente qui tra le vie di Ameyoko potrete passare alcune piacevoli ore a cuocere verdure e carne alla griglia col tipico metodo giapponese detto yakiniku.

Anche per oggi è andata. Probabilmente non riuscirete a fare tutto, ma certamente se seguirete il nostro programma vi sarete fatti un idea di UENO..!

Vai a Tokyo? Prenota qui il tuo pocket WIFI

4 – Il quarto giorno a Chiyoda, Akihabara e Kanda.

La giornata di oggi vi porterà ad attraversare più quartieri. Tenetevi pronti perché ci sarà da camminare e ne varrà davvero la pena. Il punto di partenza del vostro quarto giorno di vacanza è la stazione della Tokyo Metro di Jimbocho.

JIMBOCHO – In questo quartiere troverete numerosi negozi di libri nuovi, usati e a basso costo, libri rari o da collezione. Ma anche stampe di ogni tipo e dischi più o meno rari. Dicevamo prima che partirete dalla Stazione di Jimbocho e percorrendo Yasukuni-dori verso ovest troverete il National Showa Memorial Museum e subito dopo l’ingresso del Kudanzaka Park che vi aprirà le porte sulla strada verso il Palazzo Imperiale di Tokyo.

Chidorigafuchi e Palazzo imperiale – Sia il Kudanzaka che il Chidorigafuchi sono due parchi nei quali camminare rilassandosi ascoltando i rumori della vegetazione, dei ruscelli e degli animali che li abitano. Per quanto siano due parchi differenti, sono effettivamente collegati l’uno all’altro ed infatti guardando la mappa di Tokyo vi sembrerà di visitare un unica zona verde. Nel periodo della fioritura dei ciliegi, qui troverete dei veri e propri quadri per i vostri occhi. E potrete scegliere se noleggiare una piccola barca per fare una romantica gita nei canali che circondano il parco con i petali dei fiori di ciliegio che faranno da scenografia naturale. Oltre la natura vi attende il Palazzo dell’Imperatore del Giappone che tranne in occasioni particolari è in parte visitabile insieme ai giardini imperiali.

Tokyo Station – Dal Palazzo Imperiale, vi consigliamo di percorrere Gyoko-dori e con una breve camminata sarete a Tokyo Station. Qui, a parte tanti centri commerciali, c’è davvero poco da visitare. Ma la tappa è obbligata per la classica foto davanti alla vecchia stazione di Tokyo che è stata ristrutturata.

PRANZO E DOPO PRANZO – In premessa vi abbiamo detto che sarebbe stato un tour circolare e cosi sia..! Lasciata Tokyo Station, seguirete la strada che vi porterà nuovamente verso Jimbocho (o meglio in una zona di confine tra Jimbocho, Kanda e Akihabara) a consumare il vostro pranzo. Oggi mangerete uno dei migliori Tsukemen (Ramen Scomposti) del Giappone da Tsujita. Finito l’abbondante e succulento ramen è il caso di rimettersi in marcia. Questa zona di Jimbocho offre tanti negozi di articoli sportivi e di strumenti musicali che, dopo le librerie, sono i segni distintivi che rendono popolare questo quartiere ai cittadini di Tokyo.
Sulla strada per Akihabara vi consigliamo di fare un salto all’Olimpyc Market dove potrete acquistare tanti prodotti tipici giapponesi e anche da questa fornitissima Parafarmacia e Drogeria per acquistare prodotti per il make-up e la cura della persona che in Giappone sono al top..!

AKIHABARA – Dovrebbe essere pomeriggio quando arriverete ad Akihabara il quartiere di Tokyo frequentato dagli appassionati di anime, manga e videogiochi. La zona è nota anche per la presenza di decine di negozi di informatica ed elettronica dove, sia nuova che usata, troverete qualsiasi cosa voi cerchiate. Tra le catene di elettronica, vi segnaliamo Yodobashi Multimedia Akiba (uno dei negozi di elettoronica più grandi e famosi al mondo) e Bic Camera.

Akihabara va visitata dalle prime luci della sera fino alle 21 circa quando le luci dei megaschermi e delle insegne rimangono accese ma i negozi chiudono ed il quartiere si spopola.

MAID CAFE – Passeggiando per Chuo-dori e per le vie secondarie di Akihabara incontrerete ragazze vestite da cameriera o in altri abiti caratteristici degli anime giapponesi che vi inviteranno ad accedere ad uno dei tantissimi maid café, i localdi d’intrattenimento dove vengono serviti dolci e bevande e vanno in scena dei brevi spettacoli musicali. Tra i tanti, vi segnalimo i più noti: Maidreamin e @HomeCafe.

Akihabara (foto aggynomadi)

ANIME & MANGA – Imperdibili per gli appassionati: il Tokyo Anime Center, luogo in cui si volgono anche mostre e convegni; Radio Kaikan e Mandarake Complex che sommati contano circa 20 piani di giocattoli, figurine, fumetti, oggetti da collezione, memorabilia e rarità di ogni genere. E se non bastasse potrete fare un salto anche da Volks Hobby Paradise.

VIDEOGAME – Per gli appassionati di videogiochi, le tappe obbligate sono: il
Sega Akihabara Building, la Taito Station e Super Potato.

Un giro con Super Mario Kart (foto aggynomadi)

Per gli amanti degli Action Figure vi consigliamo di visitare uno dei tanti negozi della catena Liberty

MANGIARE AD AKIHABARA – Vi consigliamo alcune utili opzioni per fare una cena o semplicemente consumare uno spuntino ad Akihabara.

  • Ikinari Steak – Questa steakhouse in stile giapponese la trovate un po dappertutto a Tokyo e in Giappone. E’ un ottima alternativa per una cena a base di carne. A pranzo uno speciale menù prevede prezzi ribassati e dei particolari set che includono riso ed insalata;
  • Taiyaki Kanda Daruma – Qui potrete assaggiare i tipici dolcetti a forma di pesciolino ripieni di anko la tipica marmellata giapponese di fagioli azuki;
  • Yayoiken Kanda North – Uno dei tanti punti di ristoro sparsi in tutto il Giappone dove viene servito il tipico pasto Teishoku. Questo ristorante, da noi soprannominato “Il Pulito” è uno dei nostri preferiti insieme a Yayoiken Higashi Ueno. Provatelo almeno una volta..!
  • PABLO Mini – Che sia una piccola o una grande torta al formaggio, da Pablo avrete l’imbarazzo della scelta di cheesecake.

Vai a Tokyo? Prenota qui il tuo trasferimento dagli aeroporti di Haneda o Narita

5 – Oggi: Meiji, Yoyogi, Harajuku

La giornata di oggi si apre all’insegna della tranquillità attraverso ampie distese verdi, curati giardini zen e luoghi di culto immersi nella natura al centro di Tokyo.

IL SANTUARIO MEIJI, costruito con legno di cipresso giapponese, è immerso in una foresta con circa 120 mila alberi di oltre 350 specie diverse. Per dare un idea della grandezza: questo parco nel cuore di Tokyo si estende per oltre 700 mila metri quadrati.

L’area con gli edifici sacri (Naien – giardino interno) include un museo dove, tra l’altro, sono custoditi gli antichissimi oggetti appartenuti all’imperatore Meiji e all’imperatrice Shōken. Invece, il giardino esterno (Gaien) ospita una galleria di dipinti che raffigurano la vita dei Meiji. L’ingresso al parco ed al santuario è gratuito, sono a pagamento gli ingressi al museo e al giardino zen.

Molti matrimoni shintoisti vengono celebrati nel santuario Meiji.

Yoyogi-kōen – Il parco Yoyogi, una delle più grandi aree verdi di Tokyo, è confinante con il Santuario Meiji e con le zone di Omotesando e Shibuya. Una visita al parco non è indispensabile, ma sarà la scelta giusta se ci si trova in zona, si ha del tempo a disposizione o semplicemente ci si vuole rilassare all’aria aperta. Se invece vi trovate a Tokyo in primavera, meglio se durante la fioritura dei ciliegi, prendete un telo o una coperta, comprate un bento e qualcosa da bere e mescolatevi agli abitanti di Tokyo che in questo periodo fanno pic-nic guardando i fiori (hanami) dei ciliegi (Sakura).

La mattina e probabilmente anche il primo pomeriggio sono trascorsi fuori dai “rumori” della città. Ora è tempo di ritornare nella metropoli. Vi portiamo a Harajuku.

HARAJUKU: Takeshita ed Omotesandō – Harajuku è una zona di Tokyo adiacente ai parchi Meiji e Yoyogi e, anche per questo, l’abbiamo inserita nel programma di oggi. Harajuku è il centro nevralgico della moda di Tokyo a 360°, dai negozi di abbigliamento vintage quelli di abiti per il cosplay nella imperdibile Takeshita-dori, alle boutique di lusso lungo il viale alberato di Omotesando paragonato da molti agli champs elysees di Parigi. Vi consigliamo di “perdervi” nelle viuzze adiacenti Omotesando, qui troverete piccoli bar e caffè alla moda ed interessanti centri culturali, tra cui il Watari Museum of Contemporary Art.

Harajuku – foto aggynomadi

Solo per citare alcuni tra i luoghi più conosciuti di Harajuku, citiamo: l’avveniristico Apple Store di Omotesando, Cat Street tra Harajuku e Shibuya, Design Festa Gallery West, il punto vendita Kiddyland di Omotesando è uno dei negozi di giocattoli più famosi al mondo dove troverete da Doraemon a Monchichi, l’Oriental Bazaar che offre ogni tipo di souvenir ed infine il centro commerciale Omotesando Hills.

OGGI CHE SI MANGIA? – Tutta la zona è famosa per i ristoranti di “livello”

  • GOMAYA KUKI – E’ probabilmente uno dei migliori gelati al sesamo di Tokyo. Un esperienza da provare, per credere..!
  • Toriyoshi Shoten – Tra i vicoli di Harajuku in una location ben tematizzata il pollo, cucinato in ogni modo, vi aspetta per un lauto pranzo. Occhio alle porzioni: super abbondanti..!
  • Tsukiji Tamasushi Sasashigure – All’interno del centro commerciale Omotesando Hills, da Tsukiji gusterete un sushi buono, di qualità e ad un prezzo adeguato.

Prenota una cerimonia del Tè a Tokyo..!

6 – L’ultima giornata “piena” a disposizione

Ci siamo quasi, il viaggio sta finendo e domani vi lascerete Tokyo alle spalle 🙁 ma non è ancora il tempo dei lacrimoni, godetevi l’ultima giornata completa nella capitale nipponica..! Oggi vi porteremo a visitare la zona che ospita la Tokyo Tower ed una serie di interessanti parchi verdi con cascate d’acqua, templi e cimiteri.

TOKYO TOWER E DINTORNI – La Tokyo Tower è una torre che ospita antenne televisive e per le radiocomunicazioni. E’ molto conosciuta e frequentata dai turisti perchè offre un punto d’osservazione che sovrasta l’intera capitale. Sotto la torre si svolgono spesso eventi e fiere. Inoltre, ad est della torre, subito sotto, si estente una vasta area verde con una notevole serie di punti d’interesse storico e culturale, inclusi molti luoghi di culto. Vi segnaliamo i templi buddisti di Rurikōji, Shinkōin, Hoshuin. Il parco Shiba con il tempio shintoista Tōshōgū, le Momiji Waterfall.

A pranzo, vi proponiamo il Tokyo Shiba Toufuya Ukai. Una vera e propria esperienza culinaria giapponese a base di Tofu in un ambiente storico e caratteristico.

Se vi rimarrà del tempo libero, rivedete qualcosa che vi è piaciuto o scegliete una opzione tra quelle che vi proporremo, più avanti, nel paragrafo dedicato alle alternative.

GOLDEN GAI – Per la cena e il dopo cena vi consigliamo la zona di Shinjuku e nello sepcifico il Golden Gai. A differenza degli altri giorni, non vi segnaliamo un locale specifico ma sentitevi liberi e mescolatevi con i cittadini di Tokyo e con gli altri turisti. Sedetevi in uno dei tanti minuscoli bar e Izakaya e tra un sakè, degli yakitori, ostriche alla griglia ed un boccale di birra non sarà difficile fare amicizia con gli altri avventori. Tirate fino a tarda sera o a notte inoltrata, sarà indimenticabile..!

Tokyo e dintorni..! Prenota la tua gita fuori porta.

7 – Il settimo giorno: si rientra a casa..!

Come per il giorno d’arrivo, anche in quello di partenza il tempo che avrete a disposizione sarà limitato, al più, ad una mezza giornata.

Tra la preparazione dei bagagli e il trasferimento in hotel potreste programmare una visita mirata o fare un giro nei dintorni dell’albergo per fare gli ultimi acquisti e portarvi un pezzo di Giappone a casa. Prima di lasciare l’albergo, ricontrollate cassaforte, armadi e cassetti in camera. Non dimenticate nulla d’importante, soprattutto documenti di viaggio, passaporto, biglietti, soldi e oggetti di valore. Infine, considerate eventuali possibili ritardi nel tragitto verso l’aeroporto e quindi calcolate i tempi affinché già 2 ore prima della partenza possiate essere in aerostazione per svolgere tutte le procedure previste.

Se partite dall’aeroporto di Haneda, vi consigliamo di dedicare almeno un ora all’EDO Market. Un interessante zona commerciale e ristorativa in stile EDO creata all’interno dell’aeroporto di Tokyo Haneda.

787 Dreamliner JAL Japan Air Lines (foto aggynomadi.com)

Samurai o Sumo? Prenota la tua esperienza a Tokyo e raccontala al mondo intero..!

Da 1 a 7: la vita notturna a Tokyo

Durante i vostri sette giorni di permanenza a Tokyo potreste voler vivere di notte. A Tokyo avrete terreno fertile 🙂 e quindi vi indichiamo alcune proposte:

  • Karaoke – una delle attività notturne più gettonate dai giapponesi è quella di beere e cantare. I locali per il karaoke in Giappone sono completamente diversi da quelli italiani e occidentali. Veri e propri edifici dovre potrete affittare una stanza insonorizzata con impianti acustici di ogni tipo. Spesso nella tariffa sono incluse bevande alcoliche o analcoliche. Non ci sono zone specifiche, troverete Karaoke ovunque a Tokyo..!
  • Ageha Disco – è sicuramente il club più grande del Giappone. Conosciuto in tutto il mondo e frequentato da un pubblico internazionale, propone un calendario di serate a tema con i migliori DJ;
  • Yoshiwara, Kabukicho (Shinjuku) e Nakacho (Ueno) – Sono quartieri dove si concentrano molti love hotel, night club, soapland e locali per adulti in genere.

Che sia sushi, ramen o un altra prelibatezza giapponese, prenota qui la tua esperienza culinaria o una cooking class a Tokyo.

Una settimana a Tokyo: opzioni, alternative e integrazioni

Non vi proporremo nessuna opzione fuori porta. Secondo noi, per la vostra prima visita di soli 7 giorni a Tokyo sarebbe dispersivo consigliarvi città o attrazioni turistiche che richiederebbero almeno 2 ore di tragitto tra andata e ritorno.

L’itinerario che vi abbiamo proposto è molto serrato e certamente non esaustivo. Abbiamo quindi pensato di lasciarvi anche alcune opzioni ed eventuali alternative o integrazioni:

  • Tsujiki – la zona del famosissimo ex mercato del pesce (ora trasferitosi in una nuova e moderna location anch’essa visitabile ma che ha letteralmente perso di fascino rispetto al mercato storico) è ancora popolata di negozi, bancarelle e ristoranti. E’ tutt’ora una zona molto frequentata dai turisti dove ci si può tranquillamente passare qualche ora;
  • Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo – composto da due giganteschi grattacieli offre due punti panoramici che sono un ottima alternativa “gratuita” alla Tokyo Tower ed allo Sky Tree;
  • Odaiba – una moderna isola artificiale nella baia di Tokyo. Da vedere: la riproduzione della Statua della Libertà e il Raimbow Bridge, la spiaggia del Seaside Park. Tra le attrazioni: la ruota panoramica Daikanransha e la statua del Gundam. Ed ancora, lo strabiliante teamLab Borderless, il museo della scienza ed altri musei e mostre moderne ed avveniristiche. I centri commerciali Aqua City e Venice VenusFort. Completano l’offerta molti ristoranti con vista sulla baia. Da segnalare l’Odaiba Takoyaki Museum dove potrete gustare degli ottimi takoyaki;
  • Ginza e Roppongi – Ginza è la zona delle boutique di lusso a Tokyo. Troverete tutti i più famosi marchi internazionali. Da segnalare gli store dei brand giapponesi: Shiseido, Yamaha e Seiko. Roppongi Hilss invece è una zona residenziale e di uffici, anche qui molti negozi di lusso, tanti uffici, qualche area verde e la sede di TV Asahi che tutt’ora produce e trasmette Doraemon e molti altri cartoni animati, anime e manga.

Per quanto riguarda il cibo, in aggiunta ai consigli che via abbiamo dato giorno per giorno, vi segnaliamo:

  • Komoro Soba – una catena dove poter mangiare soba e non solo a prezzi molto popolari;
  • Yoshinoya – la seconda più grande catena di fast food giapponese dove poter mangiare il Gyūdon la tipica ciotola di carne e riso;
  • CoCo ICHIBANYA o My Curry – se avete voglia di mangiare un curry raisu, il tradizionale riso al curry giapponese;
  • Marugame Seimen – è una catena di ristoranti specializzati in Udon, ma servono anche tempura;
  • TETSU – serve Ramen e Tsukement ed ha più di un ristorante a Tokyo;
  • Freshness burger – potrebbe essere la scelta giusta se avete voglia di un Hamburger;
  • Sushi Zanmai – i ristoranti di Kimura Kiyoshi “Il Re del Tonno” sono ormai famosi in tutto il mondo, qui la parola d’ordine è una sola: Sushi;
  • Niku no Mansei steakhouse o Ikinari Steak – sono due famose insegne che propongono carne. A Tokyo troverete più di un ristorante.

Se avete nostalgia del cibo italiano, potreste scegliere tra uno dei tanti Italian Family Restaurant, aperti 24 su 24, della catena giapponese Saizeriya. Invece, per la pizza napoletana o per un buon piatto partenopeo, vi segnaliamo: da Peppe “Napoli Sta’Ca” (con 2 Ristopizzerie a Tokyo), la nuova apertura di Gino Sorbillo “Artista Pizza Napoletana” e infine uno degli storici ristoranti e pizzerie di Salvatore Cuomo.

Vai in Giappone o solo a Tokyo? Hai bisogno di una guida turistica? Prenotala qui..!

E se piove?

Prima di organizzare un viaggio in Giappone, come già detto, vi consigliamo di leggere il nostro articolo su quando andare in Giappone. Inoltre, già da qualche giorno prima della partenza per Tokyo che durante tutta la vacanza, vi consigliamo di tenere d’occhio le previsioni meteo settimanali a Tokyo, le previsioni del tempo giornaliere a Tokyo ed infine quelle orarie. I link di cui vi abbiamo dato il riferimento sono dell’Agenzia Meteorologica Giapponese, una delle più precise al mondo e dunque i più affidabili.

Qualora siate sfigatissimi 🙂 e vi siano previsioni che riportino piogge per l’intera settimana, il nostro consiglio è di dotarsi di adeguati indumenti impermeabili ed ombrelli ed effettuare la vostra vacanza anche sotto la pioggia.

Se sono previsti fenomeni intensi (ad es. trombe d’aria, temporali, uragani, eccetera) l’imperativo è non muoversi dall’albergo e comunque di seguire tutte le indicazioni che vi saranno fornite dalle Autorità locali che in Giappone sono sempre molto organizzate, puntuali e precise.

Infine, se le previsioni riportano piogge in determinati giorni e/o per determinate parti del giorno, il nostro consiglio è quello di organizzare delle visite mirate a tutti quei luoghi di Tokyo “al coperto”.

Kōtoku-in – Kamakura (foto aggynomadi)

Ad esempio, potreste decidere di andare a cena o a pranzo prediligendo dei locali dove poter consumare un pasto lungo e conviviale scegliendo, tra gli altri, un ristorante dove poter preparare e mangiare Yakiniku o Shabu Shabu. O ancora, dal cibo allo shopping il passo è breve 🙂 . A Tokyo con la pioggia un altra attività possibile è lo shopping. Fate una visita in uno dei tanti centri commerciali, vi consigliamo: Matsuzakaya, Coredo Muromachi, AQUA City, DiverCity, Dayso, Don Qujote, Yodobashi Camera, BIC Camera e ancora Nakano Broadway o per ché no potreste passare del tempo a fare acquisti nelle molteplici aree e vie coperte nel quartiere di Asakusa o di Koenji. Anche per gli amanti dei musei, con la pioggia a catinelle, c’è l’imbarazzo della scelta: uno su tutti il Museo Nazionale di Tokyo, ma senza tralasciare il Mori Art Museum o l’Edo-Tokyo Museum. Tornando al cibo, sappiate che a Tokyo ci sono i Depachika, delle vere e proprie aree sotterranee dedicate al cibo, solitamente li trovate sotto i centri commerciali o le stazioni ferroviarie, vi segnaliamo: Takashimaya a Shibuya, Isetan a Shinjuku, Mitsukoshi sia a Nihonbashi che a Ginza, Tokyu Food Show, Tobu a Ikebukuro. Infine se siete amanti del gioco, dei giochi, degli anime, dei manga, a Tokyo e sopratutto ad Akihabara avrete l’imbarazzo della scelta tra Pachinko, Sale Giochi e molto altro ancora

Potremmo andare avanti per molto tempo, ma crediamo che i consigli che vi abbiamo dato dovrebbero essere sufficienti in caso di pioggia durante il vostro viaggio di 7 giorni a Tokyo.

Vuoi imparare a fare gli Origami? Prenota qui la tua esperienza a Tokyo.

Conclusioni

In questa pagina, abbiamo cercato di fare una cernita e proposto solo una piccola parte della nostra esperienza e delle nostre conoscenze a Tokyo. C’è davvero molto di più, quindi per maggiori informazioni non esitate ad usare i commenti qui sotto o se avete bisogno di una consulenza personalizzata contattateci.

Vi auguriamo una buonissima settimana a Tokyo..!

GetYourGuide – Tokyo e Giappone a prezzi scontatissimi solo qui..!

Dedicato a Rossella e Luigi

Fonte e foto: aggynomadi

TAGS: #Giappone #Tokyo #Osaka #Kyoto #Sapporo #viaggi #viaggio #viaggiare #viaggiatori #viaggiatore #viaggiando #vacanza #vacanze #turista #turisti #turistico #turismo #guidaturistica #7giorniatokyo #settegiorniatokyo #cosafareatokyo #cosavedereatokyo #travel #travelblog #travelblogger #travelblogging #food #foodblog #japan #japanese #japanesefood #japantravel #traveller #ramen #sushi #mathca #te #noodle #tempura #giapponese #giapponesi #mipiaceilgiappone #giapponemonamour #giappotour #viaggiingiappone #viaggiatokyo #viaggioatokyo #templi #asakusa #meiji #ueno #akihabara #maidcafe #panda #samurai #sumo #dondake #marcotogni #marchinoingiappone #federiconorsa #yuriko #yurikotiger #sebastianoserafini #italiagiappone #giapponeitalia #jal #japanairlines #ana #allnipponairlines #aeroporto #aeroporti #haneda #narita #vivigiappone #davidebitti #giovannirattacaso #calabreseinoriente #jr #japanrailpass #japanpass #andreasecco #paolofromtokyo #onlyinjapan #guidatokyo #guidagiappone #travelguide #japantravelguide #touristicguide #10cosedavedereatokyo #maiko #gheisha #yakiniku #yakitori #Asia #viaggiinAsia #onsen #CosedafareaTokyo #cosedavedereatokyoin3giorni #cosedavedereatokyoin4giorni #cosedavedereatokyoin5giorni #cosedavedereatokyoin6giorni #cosedavedereatokyoin7giorni #cosedafareatokyoin2giorni #cosedafareatokyoin3giorni #cosedafareatokyoin4giorni #cosedafareatokyoin5giorni #cosedafareatokyoin6giorni #cosedafareatokyoin7giorni #lavaligiarossa #travelstales #su-goi #skysanner #sognandoilgiappone #viaggi-lowcost.info #notizie.it #ripadvisor #traveladvisor #jrailpass.com